Cerca

Martina Franca, racket  formato famiglia: arresti e sequestro di beni 

MARTINA FRANCA (Taranto) - Tre persone arrestati: in carcere padre e figlio accusati di aver prestato soldi a usura a un cinese. Ricostruiti almeno una ventina di casi. Nell'ambito dell'operazione denominata sono stati anche posti sotto sequestro beni per un valore di circa 2 milioni d’euro
Martina Franca, racket  formato famiglia: arresti e sequestro di beni 
MARTINA FRANCA (Taranto) - Alle prime ore di questa mattina gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Martina Franca hanno eseguito 2 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di  Leonardantonio Calabretto, 78 anni, e suo figlio Giancarlo, 37enne, ed un'altra ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di CARBOTTI Gianni, 55 tutti accusati di usura ed estorsione.

Le indagini sono partite nel 2010 a seguito della denuncia di un cittadino di nazionalità cinese residente a Martina Franca titolare di una azienda operante nel campo dell’abbigliamento che aveva ricevuto alcuni prestiti dai Calabretto. Quest’ultimi che dopo a breve distanza avevano poi preteso la restituzione della somma prestata maggiorata da interessi a tasso usuraio.

Nel corso di questi quattro anni di indagini sono state accertate almeno 20 vittime. Nell’operazione odierna oltre ad alcuni conti correnti bancari, sono stati posti sotto sequestro anche due Immobili: una villa sita a Martina Franca ed un grosso capannone sito a Taranto in Via Cesare Battisti. Il tutto per un valore di circa 2 milioni di euro .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400