Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:24

Stalking: investì donna che lo respingeva in carcere 29enne

TARANTO – Era già sottoposto agli arresti domiciliari ma è stato condotto in carcere dai carabinieri di Statte in esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare per atti persecutori nei confronti di una donna, che aveva investito con la propria auto lo scorso anno. Si tratta di un 29enne di Taranto, accusato di stalking e tentato omicidio per quell'episodio risalente al marzo del 2014
Stalking: investì donna che lo respingeva in carcere 29enne
TARANTO – Era già sottoposto agli arresti domiciliari ma è stato condotto in carcere dai carabinieri di Statte in esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare per atti persecutori nei confronti di una donna, che aveva investito con la propria auto lo scorso anno. Si tratta di un 29enne di Taranto, accusato di stalking e tentato omicidio per quell'episodio risalente al marzo del 2014.

La vittima riportò lesioni guaribili in 20 giorni. L'indagato, che aveva ottenuto i domiciliari, era tornato a tormentare la malcapitata, che lo respingeva. Non solo squilli telefonici e comunicazioni minatorie: recentemente il 29enne aveva pubblicato su alcuni social network annunci a sfondo sessuale e foto riferite alla donna, arrivando anche ad attivare e/o modificare le condizioni di forniture di utenze domestiche intestate alla vittima, on-line o telefonicamente, facendo credere di essere la parte interessata.

La donna, oltre alle sofferenze morali e psicologiche, stava subendo anche un danno economico. L’applicazione della custodia cautelare in carcere è stata disposta dal gip Vilma Gilli su richiesta del pm Lanfranco Marazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione