Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:06

Ilva, si fermano aziende dell'indotto «Chiediamo garanzie» Il governo pensa ad una società mista per l'Ilva

TARANTO – Le aziende dell’indotto Ilva, al termine di una assemblea, hanno deciso di sospendere da subito i lavori per il Siderurgico e di mettere in libertà il personale, autoconvocandosi per lunedì prossimo a Piazza Montecitorio, a Roma, partire dalle ore 10. Lo rende noto Confindustria Taranto
Ilva, si fermano aziende dell'indotto «Chiediamo garanzie» Il governo pensa ad una società mista per l'Ilva
TARANTO – Le aziende dell’indotto Ilva, al termine di una assemblea, hanno deciso di sospendere da subito i lavori per il Siderurgico e di mettere in libertà il personale, autoconvocandosi per lunedì prossimo a Piazza Montecitorio, a Roma, partire dalle ore 10. Lo rende noto Confindustria Taranto, sottolineando che “i tempi dell’avvio della procedura di amministrazione controllata sono imminenti e il verdetto, per la mole di crediti vantati dalle aziende dell’indotto Ilva di Taranto, potrebbe arrivare quando non c'è più nulla da fare”.

In una nota si parla “dell’assenza di garanzie che si prospettano proprio rispetto all’adozione della Legge Marzano, che di fatto prevede, se applicata pedissequamente, che i crediti vantati dalle aziende dell’indotto vengano inseriti nella procedura concorsuale, con la certezza di essere pressochè azzerati”.
All’assemblea odierna, presieduta dal presidente di Confindustria Taranto, Vincenzo Cesareo, hanno preso parte, fra gli altri, il presidente della Camera di commercio, Luigi Sportelli e rappresentanti di varie associazioni di categoria che hanno sottoscritto assieme a tutte le aziende presenti, al termine della riunione, un documento sulle iniziative da intraprendere. Hanno aderito Confersercenti, Casartigiani, Cna, Confartigianato e Confapi.

“Non saranno i dipendenti – spiega Cesareo – ma gli stessi imprenditori, così come accaduto nella manifestazione tarantina del 1° agosto scorso, a prender parte alla delegazione che si recherà nella capitale per chiedere precise garanzie al governo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione