Cerca

Strage sulle strade a Natale: 3 morti

di MARISTELLA MASSARI
TARANTO - Il bilancio è pesante: tre persone hanno perso la vita tra la vigilia e il giorno di santo Stefano e altre dodici sono rimaste ferite in cinque diversi incidenti stradali.
Strage sulle strade a Natale: 3 morti
di MARISTELLA MASSARI

TARANTO - Il bilancio è pesante: tre persone hanno perso la vita tra la vigilia e il giorno di santo Stefano e altre dodici sono rimaste ferite in cinque diversi incidenti stradali. La tragedia alla vigilia di Natale è avvenuta sulla strada provinciale 48, quella che collega Statte a Taranto, poco dopo mezzogiorno dove una moto e un’auto sono entrate in collisione. L’urto è stato violentissimo. Ad avere la peggio è stato il motociclista che è morto sul colpo. La vittima si chiamava Aurelio Bello, aveva 50 anni ed era originaria di Crispiano. L’incidente si è verificato all'altezza dei resti del vecchio acquedotto. Si è trattato di uno scontro frontale tra una Mazda station wagon ed una moto di grossa cilindrata, una Suzuki che, per cause da accertare, è finita contro l’auto. Un urto violento, terribile. Il povero motociclista è stato sbalzato per aria finendo il suo tragico volo sul tettuccio della Mazda. Il cinquantenne non ha avuto scampo. E’ morto sul colpo. Inutili i soccorsi del 118 che, giunti tempestivamente sul luogo dell’incidente, hanno invano cercato di rianimare il malcapitato. E’ andata meglio al conducente dell’auto che ha riportato ferite lievi e un forte stato di choc, in seguito al quale è stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto per ricevere le cure necessarie. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale ed i vigili del Fuoco. Alla Polizia Municipale toccherà ora ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Altri due gravi sinistri si sono verificati la sera di Natale anche alle porte di Castellaneta e sulla strada per Martina. Nel primo incidente, una donna ha perso la vita. Due auto si sono scontrate intorno alle 20, sulla strada statale che collega Laterza a Castellaneta. Secondo la ricostruzione dei fatti, una Fiat Punto si sarebbe immessa all’improvviso sulla statale da uno degli accessi di campagna della stessa strada, finendo contro una Fiat Stilo che proveniva da Laterza. L’impatto, violentissimo, ha letteralmente scaraventato per aria la Stilo. L’auto si è ribaltata più volte e si è fermata una cinquantina di metri oltre il luogo dell’impatto. Ad avere la peggio è stata una famiglia di Laterza che viaggiava sulla Fiat Stilo. La donna, Rossella Pietricola, di 32 anni, che viaggiava in auto con marito e figli, è stata estratta dalle lamiere e trasportata d’urgenza al Santissima Annunziata in gravi condizioni dove poi è morta ieri a causa di un aggravarsi del suo quadro clinico. Il marito della donna e i due figli della coppia, meno gravi, sono stati soccorsi e portati in ospedale per le cure del caso. Solo ferite lievi per il conducente della Punto e sua moglie. Sul posto, oltre ai medici del 118, sono intervenuti i vigili del fuoco di Castellaneta ed i carabinieri. L’altro incidente è avvenuto sempre in tarda serata sulla strada del bosco Orimini. Un uomo ha perso il controllo della sua auto, una Lancia Lybra, precipitando in una scarpata. Il malcapitato, un 46enne tarantino, è stato soccorso e condotto in ospedale.

Ieri, infine, altri due gravi incidenti hanno funestato il giorno di Santo Stefano. Intorno all’una, una donna è stata travolta da un’auto mentre attraversava viale Cannata nel rioone Paolo VI all’altezza della caserma dei carabinieri. Soccorsa da un equipaggio del 118, è stata trasferita in ospedale in codice rosso. Le sue condizioni sono gravi. In serata invece, poco dopo le 20, una donna di 46 anni, Loredana Pompigna, di Sava ha perso la vita in un tragico schianto avvenuto sulla strada provinciale che collega San Marzano a Grottaglie. La donna viaggiava a bordo di un’auto che si è scontrata frontalmente contro un’altra vettura. Nell’incidente altre quattro persone sono rimaste ferite. La strada è rimasta bloccata per ore per consentire ai soccorritori di operare. Sul posto intervenuti i carabinieri per i rilievi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400