Cerca

Un Natale con la scienza prendendo un aperitivo

TARANTO - Tre appuntamenti per chiarire alcuni aspetti relativi ai temi "caldi" del sapere scientifico, sono “Gli aperitivi della Scienza”, organizzati dai giornalisti Fabio Di Todaro e Marco Sebastio e in programma per la prima volta a Taranto durante le vacanze natalizie. Tre gli appuntamenti previsti: il 22 e il 29 dicembre e il 5 gennaio. Il luogo sarà il Cantiere Maggese
Un Natale con la scienza prendendo un aperitivo
TARANTO - Tre appuntamenti per chiarire alcuni aspetti relativi ai temi "caldi" del sapere scientifico, sono “Gli aperitivi della Scienza”, organizzati dai giornalisti Fabio Di Todaro e Marco Sebastio e in programma per la prima volta a Taranto durante le vacanze natalizie. Tre gli appuntamenti previsti: il 22 e il 29 dicembre e il 5 gennaio. Il luogo sarà il Cantiere Maggese, sito in Largo San Gaetano, Via Cava Città Vecchia.

Nel corso degli incontri - che godono del patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Biologi e del sostegno della BCC di San Marzano di San Giuseppe - si cercherà di spazzare il campo dai dubbi che un'informazione non sempre corretta alimenta nei cittadini, fino a condizionare alcune scelte quotidiane. «L’iniziativa punta a fornire gli strumenti per compiere scelte consapevoli - spiegano glio organizzatori -. Competenze certe, fatti dimostrabili e dati riproducibili: la scienza è questa. Cercheremo di raccontarla partendo da temi di grande attualità».

Il via è previsto lunedì 22 dicembre (ore 18,30). Titolo dell’incontro: “Ogm, quali opportunità?”.  Roberto Defez, direttore del laboratorio di biotecnologie microbiche all’Istituto di bioscienze e biorisorse del Cnr di Napoli, presenterà il suo ultimo libro: “Il caso Ogm - Il dibattito sugli organismi geneticamente modificati” (Carocci editore).
Il dibattito sarà introdotto da Ermanno Calcatelli, presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi.

Protagonista dell’incontro di lunedì 29 dicembre (ore 18,30) sarà il mare, con Nicolò Carnimeo, autore di “Come è profondo il mare” (Chiarelettere). Navigando per mesi nel mare di plastica, di mercurio e di tritolo, Carnimeo ha documentato un’immensa discarica, conseguenza del modo in cui abbiamo scelto di vivere. Alle domande risponderà Ester Cecere, Primo Ricercatore Cnr - Istituto per l’Ambiente Marino Costiero, unità operativa di Taranto. All’appuntamento prenderà parte anche Carmelo Fanizza, presidente dell’associazione Jonian Dolphin Conservation, che da anni si occupa di fare ricerca e tutelare i cetacei presenti nel Golfo di Taranto.

Chiusura dedicata alla corretta alimentazione. Ospite dell’incontro del 5 gennaio (ore 16,45) - dal titolo “Fai che il cibo sia la tua medicina” - sarà Antonio Moschetta, ricercatore Airc e docente di medicina interna e nutrizione clinica all’Università degli Studi di Bari. Per una prevenzione sanitaria che inizia già a tavola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400