Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 09:04

Taranto, 3 sparatorie in poche ore nel mirino sale giochi

TARANTO - Nessun ferito. Gli episodi riconducibili a una guerra fra clan clan rivali che gestiscono i circoli ricreativi C'è un collegamento con l'agguato di alcuni giorni fa un cui fu ferito alla caviglia sinistra un pregiudicato 40enne. In realtà si sarebbe trattato di un conflitto a fuoco. Indagini della Polizia
ARCHIVIO - Far west in pieno centro ferito pregiudicato
Taranto, 3 sparatorie in poche ore nel mirino sale giochi
TARANTO – Tre sparatorie in poche ore a Taranto e un filo conduittore che le unisce a un altro eposodio avvenuto qualche giorno fa.

Ecco la cronaca di una giornata di fuoco nel capoluogo jonico. Alcuni colpi di pistola sono stati sparati nel pomeriggio contro la saracinesca di un circolo ricreativo in via Dante angolo via Gorizia, alle spalle dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Non si registrano feriti.
Il locale al momento della sparatoria era chiuso. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante, della Squadra Mobile e della Polizia scientifica. Sono in corso indagini per identificare i responsabili e stabilire il movente dell’atto intimidatorio.

A circa un’ora e mezza di distanza dal primo atto intimidatorio, a Taranto si è sparato ancora. Cinque colpi di pistola sono stati esplosi contro una sala giochi di via Diego Peluso. Anche in questo caso non ci sono stati feriti. In precedenza sei colpi di pistola erano stati esplosi contro la saracinesca di un circolo ricreativo di via Dante. Sul posto è intervenuta la Polizia. Il sospetto è che i due episodi possano essere collegati.

Un terzo circolo ricreativo è stato preso di mira questa sera a Taranto, questa volta in via Leonida. A sparare sono stati sconosciuti che non hanno ferito alcuno. I primi due episodi sono avvenuti in via Dante e via Diego Peluso.

Tutte e tre le zone sono transennate e vengono presidiate da pattuglie della Polizia. Gli inquirenti sono convinti che ci sia un collegamento fra i tre episodi riconducibili a contrasti tra opposte fazioni. Due giorni fa, nel corso di un’altra sparatoria, è rimasto ferito un pregiudicato 40enne, raggiunto da un colpo di pistola alla caviglia sinistra. Per gli investigatori  c'è stato un conflitto a fuoco al quale hanno partecipato più persone, al momento non identificate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione