Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 15:04

Il 31 ottobre a Massafra tornano le «masciare»

MASSAFRA - S'intitola «Massafra nel Medioevo nella notte dei masciari» l’iniziativa della cooperativa di servizi turistici Nuova Hellas di Massafra, in programma venerdì 31 ottobre, ambientata nell’antico «rione degli ostinati». Nella notte della tradizione anglosassone legata ad Halloween, a Massafra sarà possibile interpretare le antiche cronache medievali cittadine, durante un percorso ad ingresso libero
Il 31 ottobre a Massafra tornano le «masciare»
MASSAFRA - S'intitola «Massafra nel Medioevo nella notte dei masciari» l’iniziativa della cooperativa di servizi turistici Nuova Hellas di Massafra, in programma venerdì 31 ottobre, ambientata nell’antico «rione degli ostinati». Nella notte della tradizione anglosassone legata ad Halloween, a Massafra sarà possibile interpretare le antiche cronache medievali cittadine, durante un percorso ad ingresso libero ideato per grandi e piccini. Scopo della manifestazione - patrocinata, tra gli altri, da Comune di Massafra, Unione dei Comuni «Terra delle Gravine» di Crispiano, Massafra e Statte, Agenzia Regionale Puglia Promozione, Provincia di Taranto, e sostenuta da diverse realtà associative - è stimolare l’interesse dei massafresi alla salvaguardia del patrimonio e dell’identità culturale cittadini.

«Massafra - sottolinea Raffaella Portararo, coordinatrice del progetto - è conosciuta come la terra dei “masciari”, cioè di coloro che praticano la magia. Il misterioso appellativo può essere attribuito alla tradizione popolare, che, sin dall’anno mille, tramanda leggende di santoni e guaritori che svolgevano pratiche magiche confezionando filtri d’amore, felicità e denaro, utilizzando la ricchissima varietà di erbe presenti nella gravina».
E dai suggestivi vicoli del «rione degli ostinati», (piazza Santi Medici, ndr), musici, giocolieri, mangiafuoco, nobildonne, cavalieri e cartomanti accompagneranno i visitatori nel percorso alla riscoperta della tradizione. Inoltre, pentoloni pieni di caramelle attenderanno l’arrivo dei più piccoli. Sarà «dolcetto o scherzetto»? [Debora Piccolo]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione