Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 05:56

Taranto, la guerra del mercatino Interviene la Polizia

di MARISTELLA MASSARI
TARANTO - Dopo le proteste della scorsa domenica e ben due ordinanze sindacali, ieri nel rione Salinella sono arrivate le forze dell'ordine ad impedire agli ambulanti di allestire il mercatino delle pulci presidiando ogni incrocio e bloccare ogni accesso agli operatori (nella foto, come si presentava l'area la scorsa settimana)
Taranto, la guerra del mercatino Interviene la Polizia
MARISTELLA MASSARI
TARANTO - Dopo le proteste della scorsa domenica e ben due ordinanze sindacali, ieri nel rione Salinella sono arrivate le forze dell'ordine ad impedire agli ambulanti di allestire il mercatino delle pulci. Circa 50 agenti, tra Polizia locale, Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, ieri mattina alle quattro si sono piazzati nell'area in cui ogni domenica si svolge il mercato delle cose usate presidiando ogni incrocio per bloccare ogni accesso agli operatori. Quando alle prime luci dell'alba sul posto sono cominciati ad arrivare gli ambulanti, molti dei quali completamente abusivi, si è rischiato lo scontro. La tensione é salita alle stelle intorno alle otto quando nell'area circondata dalle forze dell'ordine sono cominciate le proteste. Gli uomini in uniforme sono riusciti a mantenere la situazione tranquilla e hanno presidiato la zona fino a oltre mezzogiorno per impedire che si potesse compiere lo scempio igienico e ambientale delle scorse settimane.

Con l'area mercato interessata da alcuni lavori di ristrutturazione, gli operatori si erano infatti piazzati lungo la strada che conduce alla chiesa della Sacra Famiglia, impedendo anche la normale circolazione delle auto. Le bancarelle avevano occupato tutto persino in qualche caso l'accesso ad alcuni condomini. Dopo il mercato, gli operatori dell'Amiu erano stati costretti a lavorare in condizioni pazzesche. Alcuni degli operatori, infatti, a causa della mancanza di bagni pubblici nella zona, non avevano esitato a sbrigare i propri bisogni nella pubblica via con conseguenze facilmente immaginabili. Gravissimi i disagi patiti dai residenti. Una situazione intollerabile che aveva portato il sindaco all'emissione di ben due ordinanze di divieto di svolgimento del mercato delle pulci. Ieri mattina è toccato quindi alle forze dell'ordine vigilare sull'applicazione del divieto. Un compito non semplice che è stato svolto con professionalitá e correttezza.

Domenica scorsa a lanciare un vero e proprio grido di allarme era stato l'Osservatorio permanente Salinella insediato presso la parrocchia della Santa Famiglia. Lo scorso 9 agosto, infatti, lo stesso Osservatorio aveva inviato al sindaco Ezio Stefáno e ai giornali una lettera aperta in cui prendeva atto dell'interruzione, per tre domeniche di agosto, del mercatino domenicale nel rione e auspicava che alla ripresa non si ripetessero piú i problemi denunciati. Invece nulla di tutto questo era purtroppo accaduto. I responsabili dell'Osservatorio avevano fotografato le condizioni dell'area dopo lo svolgimento del mercato: rifiuti e degrado ovunque. L’altra domenica alla Salinella erano dovuti intervenire pure i Vigili del Fuoco perché alcuni dei rifiuti abbandonati dagli ambulanti si erano incendiati mettendo a rischio l'incolumitá dei residenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione