Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:05

Uomo privo di sensi soccorso su catamarano alla deriva

TORRE OVO (Taranto) - Il natante aveva l'albero della vela troncato in due e un 51enne di Taranto era semi immerso nell'acqua con una gamba intrappolata dal cavo d'acciaio. I militari della motovedetta si sono tuffati in acqua, liberando il naufrago che era in ipotermia. L'intervento della motovedetta dei Carabinieri
Uomo privo di sensi soccorso su catamarano alla deriva
TORRE OVO (Taranto) - Un 51enne alla deriva con il suo catamarano, al largo di Torre Ovo è stato tratto in salvo dai Carabinieri. Nel corso di un servizio di perlustrazione nel tratto costiero a sud est del capoluogo jonico, l'equipaggio della motovedetta 818 “Codotto” della Compagnia Carabinieri di Taranto si è imbattuto in un catamarano di circa 4 metri con l’albero della vela troncato in due parti e apparentemente nessuno a bordo.

I militari hanno affiancato il natante, scoprendo aggrappato alla pedana della barca, il corpo dell'uomo, ormai sfinito, per metà immerso nell’acqua.

Il naufrago a stento riusciva a chiedere aiuto e sembrava vincolato da qualcosa che complicava le sue condizioni. Due dei quattro militari a bordo della motovedetta, senza esitare, si sono gettati in mare, cercando di sollevare lo sventurato 51enne, ma le difficoltà nel riportarlo su erano notevoli. Uno dei due, quindi, si è gettato sott’acqua e si è accorto che un cavo di acciaio dell’albero spezzato era attorcigliato a una delle due gambe del naufrago, non permettendogli di muoversi.

Soltanto con l’aiuto di una tronchese che gli operatori hanno in dotazione a bordo si è riuscito a tranciare il cavo e liberare l’uomo, che è stato portato in salvo e trasportato sul natante dell’Arma.

L’uomo era in ipotermia, ma l’immediato soccorso assicurato dallo stesso equipaggio dei Carabinieri gli ha permesso di riprendere le forze sino all’approdo sulla terra ferma.

Anche l’imbarcazione in avaria è stata trainata e ormeggiata presso la prima banchina utile in località Torre Ovo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione