Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 05:42

Maruggio, a giorni la schiusa di 21 uova «Caretta Caretta»

MARUGGIO (Taranto) - Fanno parte di un gruppo di tartarughe trovato lo scorso 27 luglio in un tratto di spiaggia libera sul litorale di Campomarino. Accanto al lido c'erano molti gusci già rotti perchè calpestati dagli ignari bagnanti o colpiti da una mareggiata improvvisa. Inizialmente erano ottanta le uova, ma ne sono rimaste intatte solo 21
Aspettando le tartarughe: «Loro, l'Italia migliore»
Maruggio, a giorni la schiusa di 21 uova «Caretta Caretta»
MARUGGIO – E' attesa tra la fine del mese e la prima settimana di settembre la schiusa delle 21 uova di 'Caretta Carettà, che fanno parte di un gruppo di tartarughe trovato lo scorso 27 luglio in un tratto di spiaggia libera sul litorale di Campomarino di Maruggio (Taranto). Accanto al lido c'erano molti gusci già rotti perchè calpestati dagli ignari bagnanti o colpiti da una mareggiata improvvisa. Inizialmente erano ottanta le uova, ma ne sono rimaste intatte solo 21.

E' stata avvisata subito la Capitaneria di porto, che a sua volta ha contattato il Wwf di Taranto. Le uova sono state spostate in un luogo sicuro e il nido viene custodito da attivisti dell’associazione ambientalista e semplici cittadini. Una tenda è stata allestita accanto al recinto, sorvegliato dai volontari che si alternano giorno e notte per evitare che vandali lo distruggano.  Si tratta del secondo ritrovamento nella zona dopo quello dell’agosto 2011. Quello di Campomarino, sulla spiaggia dei 'Sette colorì, è l’unico di nido di queste tartarughe in tutta la Puglia e ciò rende ancora più necessario proteggere il suo ecosistema da ogni tipo di aggressione.

“Tra qualche giorno – ha spiegato Fabio Millarte del Wwf Taranto, uno dei volontari che 'proteggonò il nido – le uova si schiuderanno, e con loro si aprirà una nuova speranza per una parte della provincia baciata da una natura meravigliosa. Con la fuga verso il mare delle piccole Caretta Caretta, non finisce il periodo di cova, ma inizia un nuovo progetto di tutela che deve permettere a questi animali di proseguire ad esistere e tornare a depositare le uova nello stesso posto, come succede da milioni di anni”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione