Cerca

Cucciolo di grampo nuota felice nello Jonio

TARANTO – Il Golfo di Taranto si conferma una nursery per i delfini di diverse specie: non solo per la comune Stenella ma anche per i Grampi, specie quest’ultima assai meno comune nel Mar Jonio. L’ulteriore conferma arriva dalla Jonian Dolphin Conservation, l’associazione che da oltre quattro anni studia e tutela la presenza dei cetacei nello Jonio settentrionale
Cucciolo di grampo nuota felice nello Jonio
TARANTO – Il Golfo di Taranto si conferma una nursery per i delfini di diverse specie: non solo per la comune Stenella ma anche per i Grampi, specie quest’ultima assai meno comune nel Mar Jonio. L’ulteriore conferma arriva dalla Jonian Dolphin Conservation, l’associazione che da oltre quattro anni studia e tutela la presenza dei cetacei nello Jonio settentrionale.

Un soddisfatto Carmelo Fanizza, presidente della Jdc, spiega che "nelle scorse settimane abbiamo ripreso un gruppo di oltre dieci Grampi (Grampus griseus), un delfinide che può raggiungere i quattro metri di lunghezza, caratteristico per l’assenza del rostro sul capo. Con nostra grande sorpresa, a un certo punto, abbiamo visto saltare fuori dall’acqua un cucciolo, il primo di questa specie avvistato e fotografato in anni e anni di ricerche nel nostro mare".

Un evento eccezionale – è detto in una nota - se si tiene conto che i ricercatori della Jdc, durante le campagne di dolphin watching a bordo del catamarano "Taras", avvistano il Grampo meno di dieci volte l’anno, mentre quasi ogni giorno viene documentata la presenza nel Golfo di Taranto di numerosissime colonie stanziali di Stenella striata (Stenella coeruleoalba), delfinidi che hanno dimensioni minori, un paio di metri di lunghezza, ma che sono soliti avvicinarsi in piena libertà alle barche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400