Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 09:37

«Nostra figlia scomparsa» Era a un «rave» a Taranto Denunciati organizzatori

TARANTO - La Polizia identifica 500 persone alla periferia di Taranto. Il sito prescelto per il raduno, alberato e quindi a forte rischio di incendio, è difficilmente raggiungibile dai mezzi di soccorso. Gli agenti sono intervenuti rispondendo a una richiesta di aiuto da parte dei genitori di una ragazza di nazionalità etiope, preoccupati perchè la stessa da alcuni giorni non dava notizie di sè e la linea del cellulare risultava irraggiungibile
«Nostra figlia scomparsa» Era a un «rave» a Taranto Denunciati organizzatori
TARANTO – Circa 500 persone sono state identificate dalla Polizia nel corso di un 'Rave party' che si è tenuto la sera del 18 agosto scorso in una gravina della zona nord di Taranto, chiamata località Casabianca/Giranda, prospiciente via del Tratturello, ala quartiere Paolo VI. Gli organizzatori sono stati denunciati per invasione di terreni e danneggiamento.

Il sito prescelto per il raduno, oltre ad essere impervio ed attraversato dall’acquedotto, è anche alberato e quindi a forte rischio di incendio, con grave rischio per l’incolumità degli stessi partecipanti, essendo difficilmente raggiungibile dai mezzi di soccorso. Gli agenti della Digos sono intervenuti rispondendo a una richiesta di aiuto da parte dei genitori di una ragazza di nazionalità etiope, preoccupati perchè la stessa da alcuni giorni non dava notizie di sè e la linea del cellulare risultava irraggiungibile.

Nonostante le difficoltà nelle ricerche, rappresentate dal folto numero di partecipanti intenti ad ascoltare l’assordante musica techno, i poliziotti sono riusciti ad individuare la giovane etiope, mettendola in contatto con i genitori. A diversi ragazzi, in stato confusionale, è stata prestata assistenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione