Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:22

A Taranto 1.200 migranti Ci sono 157 minori Identitficati gli scafisti

TARANTO - Ha attraccato al molo San Cataldo del porto di Taranto la nave 'San Giorgiò della Marina militare italiano con a bordo circa 1200 migranti salvati nel Mediterraneo nell’ambito dell’operazione 'Mare nostrum'. Per la precisione i migranti sono 1164: si tratta di 861 uomini, 146 donne (una delle quali in gravidanza) e 157 minorenni provenienti dal Centro Africa, Africa Sub Sahariana, Ghana, Nigeria, Eritrea, Gambia, Senegal, Uganda e Sierra Leone. Due i presidi medici avanzati allestiti da Asl e Croce Rossa
A Taranto 1.200 migranti Ci sono 157 minori Identitficati gli scafisti
TARANTO - Ha attraccato al molo San Cataldo del porto di Taranto la nave 'San Giorgiò della Marina militare italiano con a bordo circa 1200 migranti salvati nel Mediterraneo nell’ambito dell’operazione 'Mare nostrum'. Dall’inizio di maggio si tratta del settimo sbarco di profughi nel porto della città jonica da parte di navi della Marina italiana. Sul posto si trova, come in tutte le altre precedenti occasioni, il sindaco Ippazio Stefano. Pronta la macchina dell’accoglienza coordinata dalla Prefettura. 

Per la precisione i migranti sono 1164: si tratta di 861 uomini, 146 donne (una delle quali in gravidanza) e 157 minorenni provenienti dal Centro Africa, Africa Sub Sahariana, Ghana, Nigeria, Eritrea, Gambia, Senegal, Uganda e Sierra Leone.

Due i presidi medici avanzati allestiti da Asl e Croce Rossa. Il Comune di Taranto metterà a disposizione gazebo, bagni chimici, indumenti, scarpe, bottigliette d’acqua e viveri di prima necessità. Quindici profughi che hanno contratto la scabbia saranno accompagnati all’ospedale militare.

I migranti saranno smistati in strutture di accoglienza prima di essere trasferiti verso altre destinazioni. A Taranto 130 al Pala Ricciardi, 37 minori non accompagnati all’ex asilo Baby Club, 40 minori non accompagnati al Corpus Domini, 30 al centro Lisippo, 200 all’ex mercato di via Orsini, 20 in una struttura di Paolo VI, 25 a Massafra.

Queste le destinazioni degli altri migranti: 45 a Lecce, 122 a Bari, 100 a Brindisi, 120 a Foggia, 20 nella provincia Bat, 170 tra Potenza e Matera e 300 nella regione Lazio.

 "Noi come al solito siamo preparati e organizzati - continua - la macchina dell’accoglienza, composta da tutte le istituzioni, ormai è rodata. I cittadini stanno dimostrando ancora una volta la loro solidarietà. Non abbiamo problemi. Bisogna dire che il governo ha mantenuto gli impegni nei confronti della città. Secondo me, però, visto che dall’emergenza si sta passando all’ordinarietà della situazione forse occorrerebbe organizzarsi ancora meglio per quanto riguarda le assunzioni in modo più stabile delle persone che fanno parte della macchina dell’accoglienza invece di ricorrere agli straordinari", spiega Stefano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione