Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 15:53

Marcegaglia vende il sito top secret l'acquirente

di PAMELA GIUFFRE'
TARANTO - Lavoratori in assemblea, ieri vertice a Roma al Ministero. E’ massimo il riserbo sul nome del gruppo internazionale interessato allo stabilimento ionico di Marcegaglia che opera nel settore del fotovoltaico c’è infatti assoluta segretezza. Ma perlomeno la notizia è certa. I dipendenti resteranno in cassa integrazione sino a novembre
Marcegaglia vende il sito top secret l'acquirente
PAMELA GIUFFRE'
TARANTO - E’ massimo il riserbo sul nome del gruppo internazionale interessato allo stabilimento ionico di Marcegaglia. Da parte dei vertici dell’azienda leader nel settore del fotovoltaico c’è infatti assoluta segretezza. Ma perlomeno la notizia è certa. Lo hanno confermato ieri i rappresentanti dell’industria, Simone Nicola, Maurizio Dottino e Fabrizio Prete, al vertice programmato al Mise, il ministero dello Sviluppo economico, a Roma. Al tavolo, oltre ai responsabili del dicastero, anche Giorgio Meschiari (Confindustria), e Giuseppe Romano (Fiom-Cgil), Piero Berrettini (Fim-Cisl) e Cosimo Amatomaggi (Uilm-Uil). Questi ultimi discuteranno gli esiti in assemblea con i lavoratori, domattina alle 9.

«Il tavolo al Mise - spiega Berrettini - è stato utile perché ci ha consentito di riprendere il discorso su questa importante vertenza; e poi per gli sviluppi relativi alla possibilità che tra un paio di settimane il gruppo industriale internazionale interessato a Marcegaglia possa venire a Taranto a visitare lo stabilimento. Ma non abbiamo definito ancora alcun accordo con l’azienda che ci chiede di verificare se è possibile avviare un nuovo piano di mobilità mirato ad un’indagine precisa su quanti e quali lavoratori siano disposti ad andare in pensione o a beneficiare degli incentivi all’esodo volontario. Prima di prendere qualsiasi decisione dobbiamo sentire i lavoratori».

Un orientamento di base c’è già però: «La nostra idea è quella di poter ottenere un ulteriore ammortizzatore sociale e di poter beneficiare di un altro anno di lavoro per mezzo di un prolungamento dell’accordo in base al quale è stato affidato alla Praxi il mandato di fare una ricerca del mercato finalizzata ad individuare altre attività nell’ambito del fotovoltaico, o in comparti differenti, per diversificare l’esercizio industriale di Marcegaglia Buildtech». Intanto, i lavoratori ionici di Marcegaglia, attualmente 114 rispetto ai 130 iniziali, resteranno in cassa integrazione fino al prossimo 17 novembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione