Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:42

Vinicio Capossela inaugura Festival musicale di Grottaglie

GROTTAGLIE – Sarà inaugurato da Vinicio Capossella il "Festival musicale Città delle Ceramiche", in programma dal 3 al 16 luglio a Grottaglie. In un concerto che si svolgerà nella Cave di Fantiano il 3 luglio, Capossela accompagnato dal suo ensemble, il Trio Amadei e i Solisti della Vianiner Philharmoniker, presenterà il suo spettacolo "Il Carnevale degli animali e altre bestie d’amore"
Capossela scrive per i Lettori della «Gazzetta»
Vinicio Capossela inaugura Festival musicale di Grottaglie
GROTTAGLIE (TARANTO) – Sarà inaugurato da Vinicio Capossella il "Festival musicale Città delle Ceramiche", in programma dal 3 al 16 luglio a Grottaglie. In un concerto che si svolgerà nella Cave di Fantiano il 3 luglio, Capossela accompagnato dal suo ensemble, il Trio Amadei e i Solisti della Vianiner Philharmoniker, presenterà il suo spettacolo "Il Carnevale degli animali e altre bestie d’amore" con musiche di Camille Saint-Saens e sue. Ne dà notizia un comunicato. Quello di Capossela, sarà il primo dei 14 appuntamenti organizzati per l’estate jonica dall’Associazione Musicale Domenico Savino.

"Il Carnevale degli animali e altre bestie d’amore" è un concertato di musica, letteratura, canzoni e recitativi che comprende l’esecuzione del Carnevale degli animali, una suite composta da Camille Saint-Saens nel 1886, articolata in quattordici brani ispirati ad altrettanti animali o personaggi, e una serie di canzoni di Vinicio Capossela, in parte edite "La Cicogna", "Zarafà", in parte inedite, cucite in un racconto che conduce il pubblico tra le storie di animali celebri, "bestie incantate" come venivano chiamate le bestie che si esibivano con i saltimbanchi. Soltanto che le bestie sotto incantesimo - ricorda la nota – siamo noi, come scrive James Hillman in "Animali del sogno".

Durate il concerto si alternano canzoni che attingono alla letteratura, da "L'usignolo e la rosa" di Wilde a "Bestiario d’amore" di R. De Fournival. Il teatro all’aperto delle Cave di Fantiano è immerso in un parco nato dal recupero di antiche cave di tufo e sabbia ed è collocato ove era presente la depressione un tempo purtroppo utilizzata come discarica abusiva. La prima fase di recupero ebbe inizio con il riconoscimento del Parco della Terra delle Gravine nel 1999 e nel 2006, si decise di creare uno spazio teatrale stabile ed un "parco attrezzato" delle Gravine e delle Cave per ospitare attività culturali. Dal 2008 nell’area c'è la sede stabile del teatro della cave di Fantiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione