Cerca

Consiglio Stato legittima la Giunta della Camera di commercio di Taranto

TARANTO  – Il Consiglio di Stato si è definitivamente pronunciato sulla legittimità della giunta della Camera di Commercio di Taranto, accogliendo l’appello dell’ente camerale e riformando la sentenza del Tar di Lecce, che aveva sospeso gli effetti della delibera del 14 giugno 2012. In quella sede fu approvata la mozione di sfiducia costruttiva
Consiglio Stato legittima la Giunta della Camera di commercio di Taranto
TARANTO  – Il Consiglio di Stato si è definitivamente pronunciato sulla legittimità della giunta della Camera di Commercio di Taranto, accogliendo l’appello dell’ente camerale e riformando la sentenza del Tar di Lecce, che aveva sospeso gli effetti della delibera del 14 giugno 2012. In quella sede fu approvata la mozione di sfiducia costruttiva che aveva sostituito all’originaria giunta camerale una nuova giunta in diversa composizione, estromettendo dalla carica di vicepresidente Leonardo Giangrande, attuale presidente della Confcommercio. Ne era nato un contenzioso, durato due anni, tra la Camera di Commercio e l’associazione dei commercianti.

Il presidente dell’ente camerale, Luigi Sportelli, ha ribadito che la votazione avvenne “con voti palesi anzichè a scrutinio segreto, come previsto dall’art. 4 del Regolamento per il funzionamento della Camera di commercio” e che “la decisione del Consiglio camerale fu assunta a larghissima maggioranza con solo 5 contrari su 27 consiglieri”.

Secondo Sportelli, che ora evidenzia la necessità di “ritrovare la forza e l’unità d’intenti per affrontare un momento difficilissimo per l’economia ionica”, non si è trattato di una “guerra ad personam nei confronti dell’ex vicepresidente. La decisione fu dettata, come si evince chiaramente dal testo della 'mozione di sfiducia costruttivà, dall’esigenza di restituire piena e rinnovata agibilità alla giunta camerale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400