Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 00:01

Tra arte, musica e foto stasera a Taranto la notte della cultura

TARANTO - È tutto pronto a Taranto per «La Notte della cultura». Dopo lo slittamento a causa del maltempo, l’iniziativa promossa dal Comune di Taranto si svolgerà questa sera per le strade del centro storico e in alcune aree del Borgo umbertino. Obiettivo della manifestazione è «la promozione della città e del suo capitale culturale per «scoprire» una Taranto fuori dall’ordinario»
Tra arte, musica e foto stasera a Taranto la notte della cultura
TARANTO - È tutto pronto a Taranto per «La Notte della cultura». Dopo lo slittamento a causa del maltempo, l’iniziativa promossa dal Comune di Taranto si svolgerà questa sera per le strade del centro storico e in alcune aree del Borgo umbertino. Obiettivo della manifestazione, fortemente voluta dal sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, e dall’assessore al Turismo e Marketing territoriale, Cisberto Zaccheo, è «la promozione della città e del suo capitale culturale per «scoprire» una Taranto fuori dall’ordinario.

Ricco il programma degli eventi. Letteratura, musica, un concerto bendato, arte e mostre fotografiche. Una città che da sera a notte inoltrata assumerà aspetti e fruibilità diverse dal solito. Previsti anche gli «standing pianos», pianoforti per le strade della città per consentire a chiunque esibizioni libere. Questo ed altro sarà la «Notte della Cultura»: un contenitore di produzioni culturali di qualità, sia di origine territoriale, sia nazionale, nella cornice del centro storico e del borgo cittadino illuminati a giorno.

Il tema intorno al quale si svilupperà la «Notte della cultura» è «L'Altro», visto da diverse angolazioni: differente da se stesso, l’altro in sé, l’altro nella diversità, nella differenza, di genere, di etnia, attraverso diversi linguaggi artistici quali l’arte, la letteratura e la musica. La tematica diviene, così uno strumento attraverso il quale lanciare segnali importanti, piccole attenzioni che consentiranno una presenza più partecipata da parte di tutti i cittadini. A tal proposito viene assicurata la presenza di una interprete lis nella parte centrale della manifestazione (angolo letteratura), programmi in braille e in «simple text» a disposizione per la consultazione nei punti informativi. In città vecchia e nel borgo saranno allestiti punti per musica (piccoli concerti) e arte (mostre, installazioni site-specific e video art); un salotto letterario in piazza Duomo.

Diversi gli ospiti: giornalisti, attori, responsabili di centri e associazioni culturali attive sul territorio. Per l’ambito musicale, dalle 20 in poi, concerti sparsi per corti e lastricati; per l’arte: personali, collettive, installazioni di importanti artisti del panorama locale e nazionale; mostre fotografiche e raccolta fondi il cui ricavato andrà in beneficenza. Per i più piccoli: concerto, racconti per immagini, letture.

Tra le novità, nell’area letteratura reading a cura dell’attore Federico Passariello che eseguirà letture di brani e poesie, in un angolo dedicato a «L'altro mare di Emiliana» dello scrittore Cosimo Fornaro e la partecipazione della psicoterapeuta Egle Demaria, presidente di «Fragole Celesti», struttura terapeutica con sede a Torino dedicata alle donne che hanno subito violenze, abusi e maltrattamenti. Demaria leggerà brani tratti da scritti delle stesse pazienti mentre sullo sfondo sarà trasmesso un video tratto dalla mostra «Abusi», frutto degli elaborati delle ospiti della comunità. Interverrà la scrittrice Anna Paola La Catena, sociologa dell’Asl di Taranto. Infine, in accordo con le autorità ecclesiastiche della città, al pubblico sarà data la possibilità di visitare chiese e opere di interesse storico-culturale presenti nel percorso della manifestazione. [Debora Piccolo]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione