Cerca

Legambiente, parte civile contro Ilva: chiesti 10mln Giovedi udienza preliminare

TARANTO – Legambiente nazionale e Legambiente Puglia, quest’ultima anche in rappresentanza del Circolo Legambiente di Taranto, domani chiederanno di costituirsi parte civile nell’udienza preliminare legata all’inchiesta sull'Ilva chiamata 'Ambiente svenduto'. Nell’atto di costituzione di parte civile, l’associazione ha quantificato in 10 milioni di euro la richiesta di risarcimento
Legambiente, parte civile contro Ilva: chiesti 10mln Giovedi udienza preliminare
TARANTO – Legambiente nazionale e Legambiente Puglia, quest’ultima anche in rappresentanza del Circolo Legambiente di Taranto, domani chiederanno di costituirsi parte civile nell’udienza preliminare legata all’inchiesta sull'Ilva chiamata 'Ambiente svenduto'. Nell’atto di costituzione di parte civile, l’associazione ha quantificato in 10 milioni di euro la richiesta di risarcimento per danni materiali e morali.

L'istanza sarà depositata dagli avvocati Eligio Curci e Ludovica Coda in relazione a tutti i capi d’imputazione contestati dalla Procura "contro gli imputati – spiega l'associazione ambientalista – che nel corso degli anni hanno operato attivamente o non hanno impedito il perpetuarsi di una gravissima situazione di danno ambientale che ha determinato e determina ancora oggi una pesantissima compromissione del territorio, delle risorse naturali e della salute collettiva".

Legambiente sottolinea in una nota che, tra i propri scopi statutari, ci sono "la tutela e la valorizzazione dell’ambiente in tutte le sue forme ed aspetti inerenti la salubrità dell’atmosfera, del suolo, delle risorse naturali, della salute collettiva, delle specie animali, del territorio e del paesaggio. Tutti questi aspetti, a Taranto – conclude la nota - sono stati fortemente compromessi e lesi nel corso degli anni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400