Venerdì 20 Luglio 2018 | 18:49

grande incompiuta

Palazzo degli Uffici
c’è il progetto

In via di definizione la proposta esecutiva per l’immobile che ha ospitato l’Archita

 Palazzo degli Uffici c’è il progetto

FABIO VENERE

Si vede il (primo) traguardo. Nei prossimi giorni, infatti, dovrebbe esserci l’atteso via libera definitivo alla progettazione esecutiva per la copertura del solaio e per la messa in sicurezza di Palazzo degli Uffici. E, salvo ulteriori imprevisti, entro questo mese o al massimo nella prima metà di agosto, verrà indetto il bando di gara per la realizzazione dei lavori. Che, secondo alcune ipotesi ancora non confermate ufficialmente, potrebbero oscillare intorno a 1,8 milioni di euro. L’avviso, così come prescrive il Codice degli appalti, dovrà essere essere poi pubblicato almeno per trentacinque giorni prima di chiudere i termini per la presentazione delle varie offerte.

Tirando una riga, dunque, nella migliore delle ipotesi gli interventi potrebbero essere assegnati all’impresa che si aggiudicherà il (futuro) bando del Comune di Taranto non prima del prossimo autunno. E poi dall’apertura del cantiere, gli interventi edili previsti proseguirebbero per otto - dieci mesi (anche qui, salvo problemi tecnici). In particolare, il progetto mira al recupero, restauro conservativo ed alla manutenzione di Palazzo degli Uffici. Tanto per essere ancora più chiari, al termine di questi interventi verranno anche rimossi i ponteggi ed i teli che attualmente occupano i prospetti dell’immobile. Da quel che si apprende consultando i documenti, è prevista: la rimozione della controsoffittatura dell’ex Corte d’Appello; la chiusura dei vani di passaggio sulla muratura portante; la realizzazione di muratura per il ripristino dello stato precedente; la demolizione delle murature eseguite; la ricostruzione delle scale demolite; il risanamento del solaio esistente nella galleria laterale dell’ex Corte d’Appello; la sostituzione della vecchia impermeabilizzazione; la realizzazione di nuovi cordoli di incanalamento di murature portanti; la sistemazione dei tubi che trasportano l’acqua piovana in pvc; la realizzazione delle nuove strutture portanti in acciaio e zinco (anche se si potrebbe ricorrere al legno) e, infine, la fornitura e la realizzazione di una nuova copertura.

E così, tra l’estate e l’autunno del 2019, lo storico immobile che per oltre 130 anni ha ospitato il liceo classico «Archita» tornerà ad avere una copertura a regola d’arte (il solaio è parzialmente scoperto da diversi anni ormai e più esattamente dalla rescissione del contratto con l’impresa esecutrice dei lavori). Questa, del resto, è la condizione necessaria e sufficiente affinché all’interno di Palazzo degli Uffici possa tornare a realizzarsi qualche attività. Ovviamente, nulla potrebbe mai essere compiuto nel caso in cui l’edificio continuasse ad essere privo delle condizioni minime di sicurezza. A cantiere avviato, magari anche prima, l’Amministrazione comunale potrà definire anche il futuro utilizzo dell’edificio che domina il Borgo umbertino di Taranto. Di certo, si partirà dal ritorno a... casa del liceo Archita che, però, potrebbe coabitare con alcuni uffici comunali (magari quelli che si trovano in via Plinio n. 75) e con alcune attività culturali magari collegate al vicino museo archeologico, senza dimenticare la biblioteca scolastica che conta circa 20mila volumi.

A proposito delle future destinazioni di Palazzo degli Uffici, non va dimenticato, se non altro per la cronaca, che nei mesi scorsi si era manifestato l’interesse della società pubblica Invitalia. Che, stando alle dichiarazioni del suo presidente l’imprenditore brindisino Massimo Ferraese, avrebbe dovuto studiare le possibili soluzioni confortate, evidentemente, da un’analisi di mercato. Gli studi, in pratica, dovrebbero verificare se quel palazzo possa davvero diventitore un contenitore per attività commerciali piuttosto che per istituti di credito, agenzie assicurative, strutture ricettive o altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Spaccio di droga19 arresti a Taranto

Spaccio di droga
19 arresti a Taranto

 
Ilva, Codacons esclusi da Misepresenta ricorso a Consiglio Stato

Ilva, Codacons esclusi da Mise
presenta ricorso a Consiglio Stato

 
Emissioni di nubi maleodoranti Eni e Hidrochemical a giudizio

Emissioni di nubi maleodoranti
Eni e Hidrochemical a giudizio

 
Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

Ilva, Di Maio: «Offerta AcciaItalia era migliore. Ora indagine interna al Mise»
Emiliano: Anac ci ha dato ragione

 
Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

 
Emissioni odorigene a Taranto proteste e nuove segnalazioni

Emissioni odorigene a Taranto
proteste e nuove segnalazioni

 
Stalking e sequestro di persona 45enne arrestato a Taranto

Stalking e sequestro di persona
45enne arrestato a Taranto

 
«La mia casa è deprezzata ma l’Ilva non mi risarcisce»

«La mia casa è deprezzata
ma l’Ilva non mi risarcisce»

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS