Cerca

Il Lecce cade sempre più in basso

Nemmeno il nuovo tecnico De Canio riesce a invertire la tendenza. Nella ventottesima giornata della serie A, la squiadra salentina perde 5-2 a Palermo. La situazione nella classifica della serie A si fa ancora più critica, anche per la concomitante vittoria del Chievo
Il Lecce cade sempre più in basso
Palermo-LeccePALERMO-LECCE 5-2 (3-2 nel primo tempo)

PALERMO (4-3-1-2): Amelia 6; Cassani 6, Kjaer 6.5, Bovo 6, Balzaretti 6.5; Migliaccio 6.5, Liverani 7, Nocerino 6.5 (36' st Tedesco sv); Simplicio 7; Miccoli 6.5 (20' st Savini 6), Cavani 7 (39' st Hernandez sv). In panchina: Ujkani, Cossentino, Morganella, Mchedlidze. Allenatore: Ballardini 6.5.
LECCE (3-5-2): Rosati 4.5; Schiavi 5 (1' st Konan 5.5), Fabiano 4.5, Stendardo 5; Basta 4.5 (1' st Angelo), Munari 4.5, Edinho 5, Vives 5, Giuliatto 4.5; Tiribocchi 6.5, Castillo 5.5 (23' st Caserta 6). In panchina: Benussi, Polenghi, Zanchetta, Papa Waigo. Allenatore: De Canio 5.
ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia 6.5.
RETI: 11' pt, 14' st Cavani (rigore), 18' pt Simplicio, 17' pt, 34' pt Tiribocchi, 41' pt Miccoli, 11' st Kjaer.
NOTE: Giornata si sole, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 20 mila circa. Ammoniti: Kjaer, Vives, Fabiano, Miccoli, Liverani, Konan. Angoli: 6-4 per il Lecce. Recupero: 1' pt; 0' st.

PALERMO – Palermo straripante al «Barbera»: 5-2 al Lecce, pace fatta con i tifosi e derby con il Catania definitivamente archiviato. Ottima prova della formazione di Ballardini che ha messo alle corde la squadra giallorossa. Gigi De Canio, subentrato a Mario Beretta, avrà da lavorare per condurre la sua squadra alla salvezza: brutta la prova del Lecce, condita da tanti errori e morale sotto i tacchi; l’unico a salvarsi è Tiribocchi, autore tra l’altro di una doppietta. Ballardini deve rinunciare a Bresciano, alle prese con una lombalgia; in campo Migliaccio; in difesa il giovane danese kjaer rileva lo squalificato Carrozzieri; in avanti il duo Miccoli-Cavani. De Canio sceglie il 3-5-2 con la conferma in porta del giovane Rosati, in difesa rientra Stendardo; a centrocampo Edinho vince il ballotaggio con Zanchetta; attacco affidato a Castillo e Tiribocchi.

Ai primi 10 minuti inguardabili con tanti errori e nessun tiro in porta ne seguono altri 36' (recupero compreso) con gol ed emozioni. Il Palermo sblocca la matassa alla prima occasione: al 10' ripartenza fulminia del Palermo, Cavani brucia sul tempo Vives sulla destra e il leccese lo atterra in area: rigore ineccepibile che lo stesso uruguaiano trasforma. Il Lecce fa altrettanto e pareggia i conti alla prima conclusione: Kjaer ignora Amelia che gli chiama il pallone e rinvia corto di testa in area, Castillo, sempre di testa, serve Tirobocchi che con una girata al volo batte Amelia. Azione successiva e Palermo nuovamente in vantaggio: cross da sinistra di Balzaretti, Rosati sbaglia l’intervento, poi la palla arriva a Simplicio con l’aiuto di Migliaccio e il brasiliano insacca davanti la porta firmando la sua ottava rete stagionale.

Il Palermo è ben messo in campo e gioca bene, il Lecce fatica a entrare in partita e più di un elemento appare in difficoltà. Ci pensa però ancora Tiribocchi a rimettere in corsa la sua squadra: Bovo gli lascia un metro ma l’attaccante è bravo a controllare e a battere Amelia con un tiro angolato che si infila sul palo destro. Al 40' assist di Tiribocchi per Castillo che va giù in area, disturbato da Kjaer; Dondarini lascia correre e ha ragione perchè l’attaccante evidenzia nettamente la caduta. Al 41' terzo vantaggio del Palermo: lancio in profondità di Liverani per Miccoli che elude Schiavi e infila Rosati in uscita con un diagonale: il suo cuore leccese è evidente perchè non esulta, anzi sembra quasi commosso e non aveva neppure battuto il rigore. Al 44' l’ultimo brivido: punizione a girare di Giuliatto dalla destra, cross insidioso che Amelia con la punta delle dita si salva.

Al ritorno in campo doppio cambio per De Canio che inserisce Angelo al posto di basta e Konan per Schiavi passando allo schieramento con tre punte. Il Lecce entra in campo piuttosto carico e Tiribocchi già al 2' si fa apprezzare per una bella girata al volo. All’11' è però il Palermo ad andare nuovamente in gol: Kjaer entra in area dalla destra e fa partire un cross che si trasforma in un pallonetto che si infila sul secondo palo. Al 14' il Palermo chiude il match: lancio di Liverani per Simplicio e Cavani, entrambi lanciati a rete in posizione regolare, il brasiliano lascia il pallone all’uruguaiano che a porta vuota insacca; prima doppietta in A per lui. Al 20' Ballardini tira fuori Miccoli e inserisce un difensore, Savini, mentre De Canio inserisce l’ex Caserta (applauditissimo) per Castillo.

Il Palermo gestisce con grande serenità la partita e i giocatori del Lecce trottano a testa bassa. Nel finale spazio anche per Tedesco al posto di Nocerino e per il 18enne Hernandez per Cavani. Al 42' orgoglio Lecce con un gran tiro di Edinho e bella parata di Amelia.

Risultati della 28ª giornata di serie A (9ª del girone di ritorno).

Atalanta-Torino 2-0 (46' e 72' Floccari/A); Lazio-Chievo 0-3 (27' Bogdani/C, 29' e 84' Pellissier/C); 
Palermo-Lecce 5-2 (11' rig. e 59' Cavani/P, 17' e 34' Tiribocchi/L, 19' Simplicio/P, 41' Miccoli/P, 56' Kjaer/P); 
Reggina-Napoli 1-1 (27' Corradi/R, 65' Lavezzi/N); 
Sampdoria-Roma 2-2 (7' e 70' su rig. Baptista/R, 25' e 43' Pazzini/S); 
Siena-Milan 1-5 (7' rig. Pirlo/M, 47' e 71' Inzaghi/M, 55' e 78' Pato/M, 62' Maccarone/S); 
Udinese-Catania 1-1 (25' Mascara/C, 71' Quagliarella/U); 
Inter-Fiorentina (posticipo delle 20:30).
Giocate ieri:
Juventus-Bologna 4-1 (24' Mutarelli/B, 49' Salihamidzic/J, 71' Giovinco/J, 75' e 87' Del Piero/J); 
Cagliari-Genoa 0-1 (39' Olivera/G). 

La classifica (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, eprse, gol fatti, gol subiti)

Inter (-) 63 27 19 6 2 49 21
Juventus 59 28 18 5 5 47 22
Milan 54 28 16 6 6 51 28
Genoa 48 28 13 9 6 37 27
Fiorentina (-) 46 27 14 4 9 38 27
Roma 46 28 13 7 8 43 37
Palermo 42 28 13 3 12 39 37
Lazio 41 28 12 5 11 39 40
Cagliari 39 28 11 6 11 33 29
Atalanta 39 28 12 3 13 33 31
Napoli 36 28 10 6 12 33 33
Udinese 36 28 9 9 10 38 39
Catania 34 28 9 7 12 29 34
Sampdoria 33 28 8 9 11 28 35
Siena 31 28 8 7 13 23 31
Chievo 27 28 6 9 13 24 36
Bologna 26 28 6 8 14 31 46
Torino 24 28 5 9 14 25 42
Lecce 23 28 4 11 13 24 46
Reggina 20 28 3 11 14 22 45
(-): una gara in meno

La classifica cannonieri

19 RETI: Di Vaio (4 rig) (Bologna).
15 RETI: Gilardino (Fiorentina); Milito (5 rig) (Genoa); Ibrahimovic (Inter).
14 RETI: Pato (Milan).
12 RETI: Floccari (1 rig) (Atalanta); Mutu (2 rig) (Fiorentina); Amauri (Juventus); Di Natale (3 rig) (Udinese).
11 RETI: Kakà (4 rig) (Milan).
10 RETI: Zarate (2 rig) (Lazio); Cavani (1 rig), Miccoli (2 rig) (Palermo); Corradi (5 rig) (Reggina).
9 RETI: Acquafresca (2 rig), Jeda (Cagliari); Mascara (2 rig) (Catania); Del Piero (2 rig) (Juventus); Hamsik (2 rig) (Napoli); Vucinic (Roma); Quagliarella (Udinese).
8 RETI: Pandev, Rocchi (Lazio); Simplicio (Palermo); Julio Baptista (1 rig) (Roma); Pazzini (1 Fiorentina) (Sampdoria).
7 RETI: Doni (Atalanta); Sculli (Genoa); Tiribocchi (Lecce); Inzaghi, Ronaldinho (2 rig) (Milan); Denis, Lavezzi (Napoli); Cassano (1 rig) (Sampdoria).
6 RETI: Paolucci (Catania); Pellissier (1 rig) (Chievo); Castillo (Lecce); Totti (1 rig) (Roma); Maccarone (1 rig) (Siena).
5 RETI: Stankovic (Inter); Bellucci (1 rig), Delvecchio (Sampdoria).
4 RETI: Conti (Cagliari); Morimoto (Catania); Marcolini (2 rig) (Chievo); Montolivo (Fiorentina); Maicon, Balotelli (1 rig) (Inter); Iaquinta (1 rig), Nedved (Juventus); Seedorf (Milan); Maggio (Napoli); Bresciano (Palermo); Ghezzal (Siena); Amoruso (2 rig), Bianchi (1 rig) (Torino); D’Agostino (2 rig) (Udinese).
3 RETI: Ferreira Pinto (Atalanta); Volpi (Bologna); Fini, Matri (Cagliari); Italiano (Chievo); Jankovic, Motta (Genoa); Adriano (1 rig) (Inter); Chiellini (Juventus); Foggia (Lazio); Ambrosini (Milan); Brienza (1 rig), Cozza (Reggina); Frick, Kharja (Siena); Rosina (3 rig) (Torino); Floro Flores, Pepe, Sanchez (Udinese).
2 RETI: Guarente, Valdes, Vieri (Atalanta); Valiani (Bologna); Biondini (Cagliari); Ledesma (1 rig), Martinez, Plasmati (Catania); Langella, Mantovani (Chievo); Felipe Melo (Fiorentina); Biava, Olivera, Palladino, Papastathopoulos (Genoa); Cordoba, Cruz, Muntari (Inter); Giovinco, Marchisio, Sissoko (Juventus); Ledesma, Siviglia (Lazio); Cacia, Caserta, Giacomazzi, Munari (Lecce); Beckham (Milan); Zalayeta (Napoli); Kjaer (Palermo); Di Gennaro (Reggina); Aquilani, Brighi, Cicinho, De Rossi, Juan, Panucci, Perrotta, Pizarro (Roma); Stankevicius (Sampdoria); Calaiò, Vergassola (Siena); Dellafiore, Saumel, Stellone (Torino).
1 RETE: Capelli, Cigarini, Garics, Manfredini, Padoin (Atalanta); Adailton, Bernacci (1 rig), Britos, Mingazzini, Moras, Mutarellio (Bologna); Bianco, Larrivey, Lopez (Cagliari); Baiocco, Capuano, Potenza, Sabato (Catania); Bentivoglio, Bogdani, Colucci, Makinwa, Morero, Rigoni (Chievo); Bonazzoli, Kuzmanovic, Santana (Fiorentina); Criscito (Genoa); Burdisso, Cambiasso, Crespo, Figo, Maxwell, Obinna, Samuel, Vieira (Inter); Camoranesi, Grygera, Legrottaglie, Marchionni, Mellberg, Poulsen, Salihamidzic, Trezeguet (Juventus); Dabo, Diakitè, S.Inzaghi, Kolarov, Mauri (Lazio); Esposito, Vives (Lecce); Borriello, Pirlo (1 rig), Zambrotta (Milan); Mannini, Pazienza, Vitale (Napoli); Bovo, Cassani, Mchedlidze, Migliaccio, Succi (Palermo); Barreto, Costa, Sestu (Reggina); Menez, Mexes, Riise, Taddei (Roma); Franceschini, Padalino (Sampdoria); Ficagna, Galloppa (1 rig), Jarolim (Siena); Abate, Abbruscato, Barone, Colombo, Natali, Ventola, P.Zanetti (Torino); Domizzi, Felipe, Inler, Pasquale (Udinese).
1 AUTORETE: Terlizzi (Catania pro Inter); Mascara (Catania pro Inter); Cicinho (Roma, pro Bologna); Di Loreto (Torino pro Reggina); Pisano (Torino pro Inter); Domizzi (Udinese pro Lecce); Siviglia (Lazio pro Napoli); Mantovani (Chievo pro Lazio); Denis (Napoli pro Milan); Papastathopoulos (Genoa pro Juve); Felipe (Udinese pro Chievo); Diakitè (Lazio pro Inter).

Il prossimo turno (29ª giornata, 22 marzo alle ore 15)

Bologna – Cagliari
Catania – Lazio (21/3, ore 18.00)
Chievo – Palermo
Fiorentina – Siena
Genoa – Udinese
Inter – Reggina
Lecce – Atalanta
Napoli – Milan (ore 20.30)
Roma – Juventus (21/3, ore 20.30)
Torino – Sampdoria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400