Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:11

Il Lecce deve fare in fretta

In vista della trasferta di Palermo (domenica alle ore 15) parla il centrocampista Caserta: «De Canio sta cercando di farci capire quali sono i metodi di lavoro e anche per questo dobbiamo lavorare più di prima per assimilare velocemente quello che ci richiede»
Il Lecce deve fare in fretta
Fabio Caserta (Lecce) dopo il gol al SienaLECCE – «La trasferta che ci attende è particolarmente impegnativa, soprattutto perché giunge dopo una serie di gare senza vittoria, in una precaria situazione di classifica e dopo un cambio di allenatore». Fabio Caserta presenta così il match contro il Palermo di Ballardini, in programma domenica.

«Nonostante il valore della formazione avversaria, andremo a Palermo per dare il massimo – confida il calciatore del club salentino, ex di turno – il nuovo tecnico De Canio sta cercando di farci capire quali sono i suoi metodi di lavoro e anche per questo dobbiamo lavorare più di prima per assimilare quello che ci richiede il nuovo tecnico. Purtroppo il tempo a nostra disposizione è ormai ristretto ed occorre fare in fretta. Ci aspettiamo un Palermo che vuol far bene davanti al proprio pubblico dopo la pesante sconfitta casalinga nel derby, ma ha già dato segni di ripresa andando a vincere a Firenze e domenica cercheranno di riscattarsi anche davanti al proprio pubblico – prosegue Caserta – ma a noi tutto questo non deve interessare. Dobbiamo pensare a noi stessi e cercare di andare a disputare questa partita con lo spirito giusto, non solo a parole ma con i fatti. La mia esperienza a Palermo la ricordo con piacere, anche perché mi ha dato la possibilità di giocare a livello europeo. Mi sento di frequente con i miei ex compagni di squadra, ma in questa settimana non ho sentito nessuno. Sono contento di giocare nel Lecce e il mio pensiero è solo quello di ottenere la salvezza».

«In passato, non mi sono mai trovato in questa situazione di classifica ma ho spesso lottato per la permanenza – spiega Caserta sugli obiettivi dela squadra pugliese – ricordo che a Catania l'abbiamo ottenuta all’ultima partita di campionato e firmerei subito per riuscire a fare altrettanto quest’anno con il Lecce. Vorrei, infine, ringraziare il tecnico Beretta per quanto ha fatto per noi. Dispiace che abbia pagato lui per responsabilità non solo sue ma, come spesso accade, il primo a farne le spese è proprio l’allenatore. Tutti noi dobbiamo fare un esame di coscienza, perchè le colpe sono di tutti. Per questo dobbiamo lavorare ancor più che in passato».

Sono ventidue i calciatori del Lecce convocati per la trasferta di Palermo dal tecnico De Canio. Ecco la lista completa: Angelo, Antunes, Ardito, Basta, Benussi, Caserta, Castillo, Edinho, Fabiano, Giuliatto, Konan, Munari, Papadopoulos, Papa Waigo, Petrachi, Polenghi, Rosati, Schiavi, Stendardo, Tiribocchi, Vives, Zanchetta.

Allenamento pomeridiano per il Palermo di Ballardini che, a Boccadifalco, prepara il match interno contro il Lecce sulla cui panchina esordirà Gigi De Canio, subentrato in settimana a Mario Beretta. Per i rosanero partitella in famiglia alla quale non hanno partecipato Roberto Guana (per lui frattura valla clavicola) e Mark Bresciano. Il centrocampista australiano non si è allenato a causa di un attacco di lombalgia ed ha lavorato con i fisioterapisti. Igor Budan, invece, ha continuato il lavoro di condizionamento con e senza palla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione