Cerca

Il Lecce va in ritiro per preparare la gara di Palermo

Il neo-allenatore De Canio ha deciso di raggiungere una località nei pressi del capoluogo siciliano dove completare la preparazione in vista della gara di domenica prossima (ore 15). Il gruppo partirà domani mattina dopo l’allenamento
Il Lecce va in ritiro per preparare la gara di Palermo
Il materano Luigi De CanioLECCE – Il neo-allenatore del Lecce, Luigi De Canio, ha deciso di portare in ritiro la squadra. 

Domani mattina, dopo l’allenamento, tecnico e calciatori lasceranno Lecce per raggiungere una località vicino a Palermo, dove completeranno la preparazione in vista della gara di domenica prossima contro i rosanero. 

L'eventualità di portare la squadra in ritiro era stata ventilata già ieri nella conferenza stampa di presentazione che De Canio aveva tenuto insieme al presidente del Lecce, Giovanni Semeraro.

Doppio allenamento oggi per il Lecce. Nella prima seduta, che si è svolta sul sintetico di Calimera, è stato a riposo Giacomazzi, mentre, Esposito ha lavorato in piscina. La seduta del pomeriggio, in un primo momento programmata al Via del Mare, è stata spostata a Calimera a causa della pioggia. Sempre a risposo Giacomazzi a causa di uno stato influenzale, Esposito ha corso a bordo campo.

«Se ci troviamo in questa situazione vuol dire che qualcosa è mancato – dice il portiere Antonio Rosati – Posso assicurare, però, che da parte nostra una volta che scendiamo in campo cerchiamo sempre di dare il massimo sotto l’aspetto caratteriale, della determinazione; poi bisogna fare i conti con errori, con la sfortuna e con gli avversari che a volte sono pi forti di noi. Non ho ancora avuto modo di conoscere bene mister De Canio, però, da quel che ho potuto notare mi sembra un tecnico preparato. Quello che posso assicurare è che cercheremo di seguire, impegnandoci al massimo, ciò che l’allenatore ci chiederà. La società, in questo momento di difficoltà che stiamo attraversando, ha deciso per il cambio del tecnico. Secondo me, però, le responsabilità non sono tutte di mister Beretta, perchè se ci troviamo in questa situazione abbiamo sbagliato tutti».

«Noi crediamo sempre nella possibilità di ottenere la salvezza – continua Rosati – e ci crederemo fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Cosa penso delle parole del Presidente, dette alla fine della gara contro la Reggina, sul fatto che ora crede di meno sulle possibilità di salvezza? Sicuramente era un concetto espresso a caldo dopo una partita e sono convinto che il Presidente, come noi, non mollerà fino all’ultima giornata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400