Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 07:00

Febbre da Bari? Peggio, quasi un’epidemia

I dodici risultati utili consecutivi della squadra di Conte in serie B hanno e alimentato la passione del popolo biancorosso. Ed è già scattata la rincorsa al biglietto per la partita di sabato prossimo (ore 16) al San Nicola contro l’Avellino. Si va verso le 25mila presenze
Febbre da Bari? Peggio, quasi un’epidemia
Ultrà Bari calcioBARI - Sarà nuovo record? Si va verso le 25mila presenze al San Nicola. Febbre da Bari? Peggio, quasi un’epidemia. I dodici risultati utili consecutivi, il doppio colpo in trasferta (Mantova- Sassuolo) non hanno fatto altro che alimentare la passione del popolo biancorosso. In città non si parla d’altro che delle imprese della squadra di Conte. Ed è già scattata la rincorsa al biglietto per la partita di serie B di sabato prossimo (ore 16) al San Nicola contro l’Avellino.

Non importa che la formazione irpina sia penultima in classifica. Ciò che conta è esserci, ciò che conta è essere allo stadio per «spingere » il Bari verso un altro successo, verso la serie A. E se domenica scorsa a Modena, sugli spalti del Braglia, c’erano oltre duemilacinquecento baresi, facile prevedere un folta affluenza per la sfida contro l’Avellino. Potrebbe anche accadere che si batta il record di presenze stagionali, fatto registrare in occasione della partita col Vicenza. Contro i veneti il San Nicola fu riempito da 18187 tifosi (11897 paganti), anche se poi le «presenze» reali superarono le ventimila. Si va, quindi, verso un nuovo limite, possibile che si tocchino le venticinquemila unità.

Gli otto gol realizzati fino ad oggi, nel suo primo campionato di serie B, sono valsi a Ciccio Caputo il prolungamento del contratto con il club di Matarrese. Il nuovo accordo scadrà nel 2013, cioé un anno in più rispetto al precedente vincolo. Una soddisfazione in più per il giovane attaccante altamurano che con i suoi gol ha sorretto il Bari in un momento delicato, successivo alla doppia sconfitta patita contro Empoli e Albinoleffe.

Fabrizio Nitti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione