Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 00:07

Fiducia in De Canio. Resta il «gelo» con la squadra

Questo, in sintesi il pensiero della maggior parte dei sostenitori del Lecce, chiamato a salvarsi in serie A con il nuovo tecnico. Un tifoso: «Se si cambia il pilota, ma la macchina è sempre la stessa si resta a terra non si può pretendere che De Canio faccia il miracolo»
Fiducia in De Canio. Resta il «gelo» con la squadra
LECCE - Fiducia in De Canio come allenatore, ma restano le perplessità per il futuro. Questo, in sintesi il pensiero della maggior parte dei tifosi del Lecce, chiamato a salvarsi in serie A con il nuovo tecnico. «Se si cambia il pilota, ma la macchina è sempre la stessa si resta a terra - sostiene Michele Caldarola, 59 anni, ex luogotenente della Guardia di Finanza - non si può pretendere che De Canio faccia il miracolo, quando è stata sbagliata la campagna acquisti». 

«Mi auguro di venire smentito - dice Ninì Giordano, 46 anni, agente di commercio - ma De Canio non mi sembra abbia la grinta necessaria per salvare il Lecce. Non mi convince la sua mezza zona mista, in questo momento serviva un allenatore più con lo spirito vincente. Lui viene da u n’esperienza in Inghilterra dove non è andato bene». «Sappiamo tutti ormai che il problema del Lecce è nella mancanza di coesione fra i giocatori - dice Consiglio Mosca, 61 anni, parrucchiere - mi auguro che De Canio prenda in mano la situazione e li tenga sotto controllo». «De Canio sarà anche bravo - dice Paolo Tafuro, 60 anni, pensionato - ma la squadra deve attaccare. È inutile prendersela con gli arbitri. Se una squadra attacca per novanta minuti il rigore diventa probabile, se non si entra mai in area diventa impossibile ». 

«Anche in Beretta avevamo fiducia e ha fallito - dice Ugo Oliva, 62 anni, insegnante - la verità è che De Canio non potrà fare molto se la squadra non si dà una mossa e i problemi in questo senso non mancano». «De Canio mi sembra una persona sveglia, io sono fiducioso che ce la possa fare» - dice Toni Chetta, 48 anni, tecnico dei trasporti.

Massimo Barbano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione