Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:17

Brindisi da sballo a Reggio Emilia

Nella ventitreesima giornata della Legadue di basket maschile, colpaccio dell'Enel in Emilia (84-90). I ragazzi di Perdichizzi strappano i due punti al termine di una partita condotta dal primo all’ultimo minuto, grazie soprattutto alla grande vena del solito, Killingsworth
Brindisi da sballo a Reggio Emilia
Brindisi-Casale 67-65REGGIO EMILIA - ENEL BRINDISI 84-90

REGGIO EMILIA Boscagin 12 (2/2; 0/3), McGowan 26 (6/17; 2/3), Maestrello 5 (2/3; 0/3), Masoni, Fultz 7 (2/6; 1/4), Young 24 (7/11; 1/1), Carra 6 (2/5 da tre), Defant 2 (0/1 da tre), Campani, Ancellotti 2 (1/1). All. Ramagli.
ENEL BRINDISI Parente 6 (0/1; 2/3), Killingsworth 22 (10/16; 0/1), Binetti 3 (1/4; 0/1), Feliciangeli 3 (1/1; 0/1), Cardinali 14 (1/1; 3/4), Hatten 14 (5/10; 0/1), Gkioulekas 19 (3/5; 3/4), Mocavero 4 (1/3), Lestini 5 (1/1; 1/2). N.e. Virgilio. All. Perdichizzi.
ARBITRI: Provini di Udine, Federici e La Rocca di Roma.
PARZIALI: 19-29; 43-53; 70-77, 84-90.
N OT E Tiri liberi: TrenkWalder 26/31; Enel 17/27. Tiri da due punti: Trenkwalder 20/40; Enel 23/42. Tiri da tre punti: Trenkwalder 6/23; Enel 9/17. Rimbalzi totali: Trenkwalder 39(dif. 25, off. 14); Enel 35 (dif. 25, off. 11). Valutazione: Trenkwalder 86; Enel 82. Usciti per raggiunto limite di falli: Boscagin, McGowan e Cardinali. Spettatori un migliaio circa.

REGGIO EMILIA - Colpaccio dell’Enel Brindisi sul parquet di Reggio Emilia. I ragazzi di Perdichizzi strappano i due punti al termine di una partita condotta dal primo all’ultimo minuto, grazie ad un gioco di squadra sempre impeccabile ed alla grande vena del solito, impareggiabile Killingsworth, ancora una volta decisivo con i suoi 22 punti a referto. L’Enel tira con percentuali stellari dal campo e la Trenkwalder non riesce a porne un freno. Addirittura al 10’, Brindisi ha il 90% da 2 (9/10) e 40% da 3 (2/5). Chi ritiene sia un fuoco di paglia ha commesso un errore. A metà gara l’Enel ha il 63% da 2 e il 64% dalla lunga distanza con 7/11 dai 6.25 Fanno male a Reggio i punti di Cardinali che entra dalla panchina e tira triple a ripetizione. La formazione biancoblu riesce sempre aprendersi buone soluzioni dal campo, dopo una circolazione di palla dal lato forte al lato debole che muove la difesa avversaria con una grande facilità. Il quintetto di Perdichizzi trova due volte il massimo vantaggio sul +11 (33-44 e 37-48), arrivando sul +13 col reggiano mancato Lestini.

La Trenkwalder ha nel suo totem Mc Gowan l’unico in grado di segnare con continuità. Young ha due falli dopo pochi minuti e il pesante fardello incide sulla sua prestazione. Brindisi sbanca con merito il PalaBigi di via Guasco e interrompe la serie di due sconfitte. Successo che non fa una grinza, giunto al termine di una gara presa in mano ad inizio gara e condotta in modo ininterrotto. Anche nel momento del massimo sforzo Trenkwalder, l’Enel non ha mai perso la testa ed è stata brava a mettere la sfera sempre nelle mani dell’uomo giusto. Killingsworth e Hatten hanno aperto voragini nella retroguardia reggiana, ben sorretti da Feliciangeli, Cardinali e dal finale incisivo del greco Gioulekas. La Trenkwalder ha avuto la sfera dell’aggancio che avrebbe significato l’84 pari a meno di 60 secondi dalla sirena, ma la conclusione di Carra si è fermata sul primo ferro. Da un potenziale pari, il rimbalzo di Killinssworth ha portato al 4° fallo di Mc Gowan. Il greco segna solo uno dei personali a disposizione, ma Mc Gowan sbaglia un facile sottomano nell’area brindisina (a fine gara Ramagli sostiene che il suo giocatore è stato cinturato). In difesa Mc Gowan commette ancora fallo su Gioulekas e la gara si chiude con il fallo antisportivo. Proteste a non finire e palle di carta che porteranno ad una pesante multa la società biancorossa.

Luigi Siligardi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione