Cerca

Il tecnico: «La gara con la Reggina è da vincere»

Beretta è consapevole che la sfida interna di domenica (ore 15) con gli amaranto è molto importante. Dubbio portiere. Dentro Esposito,  Papa Waigo e Giuliatto cursori esterni, Edinho play-maker, Giacomazzi e Vives interni. Castillo-Tiribocchi davanti
Il tecnico: «La gara con la Reggina è da vincere»
Il tecnico del Lecce Mario BerettaLECCE – Beretta ha deciso il Lecce anti-Reggina. Salvo il dubbio del portiere (Rosati potrebbe subentrare a Benussi) per tutto il resto il tecnico leccese ha fatto le scelte anche in base allo stato di forma dei singoli calciatori. E così, affidandosi al 3-5-2, farà rientrare Esposito (Stendardo si è fatto male questo pomeriggio ed è out) in difesa a fianco di Schiavi e Fabiano, mentre a centrocampo si affiderà a Papa Waigo e Giuliatto come cursori esterni, ad Edinho come play-maker ed a Giacomazzi e Vives come interni. In attacco, sarà schierata la coppia Castillo-Tiribocchi. Queste le indicazioni dopo l’allenamento di rifinitura svolto nel pomeriggio a Calimera. Anche oggi è piovuto nel Salento e, pertanto, domani si prevede un «via del mare» al limite della praticabilità. Probabile formazione (3-5-2): Benussi (Rosati); Schiavi, Esposito, Fabiano; Papa Waigo, Giacomazzi, Edinho, Vives, Giuliatto; Castillo, Tiribocchi.

«Contro la Reggina è una gara molto importante che dovremo cercare di vincere in tutti i modi». Il tecnico del Lecce Mario Beretta è consapevole che la sfida con gli amaranto è da tre punti perchè a una diretta concorrente non è consentito fare sconti. «Ho fiducia nella squadra che, a parte le partite contro Roma e Lazio, ha dato dimostrazione di grande temperamento e di grande voglia. Sono sereno perchè i ragazzi hanno dimostrato grande determinazione. Speriamo di tornare alla vittoria in casa perchè i tre punti mancano da molto tempo, però, è importante fare i punti a prescindere da dove li fai. La Reggina verrà qui con il coltello fra i denti. Sia con Pillon che con Orlandi la squadra calabrese meritava di raccogliere di più di quello che alla fine sono riusciti. Mi aspetto un avversario vivo e non penso che in caso di nostra vittoria la Reggina sia spacciata alla retrocessione in serie B». Poi Beretta fa un appello ai tifosi fiallorossi: «In settimana si sono fatti sentire con grande garbo e senso di attaccamento. Non si può parlare di contestazione perchè sono venuti ad incitare la squadra e a farci sentire il loro sostegno, che i calciatori hanno colto. L’invito ai nostri sostenitori, se mi è concesso, è quello di darci il loro sostegno anche durante i momenti difficili che ci possono essere nell’arco di una partita. Più che criticare, in quei frangenti, ci vorrebbe un incoraggiamento, uno sprone, come del resto hanno fatto martedì».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400