Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 10:26

Avviare al nuoto i disabili: nel Barese si può

Nasce la prima scuola sperimentale italiana. Si svilupperà in rete nelle piscine di Bari - San Paolo, Bari - Poggiofranco, Molfetta, Bitonto, Gioia del Colle, Casamassima e Altamura. Il 5 marzo sarà firmato un protocollo d’intesa tra Coni, Cip e l'associazione Villa Camilla
Avviare al nuoto i disabili: nel Barese si può
BARI – Nasce nel Barese la prima scuola sperimentale in Italia per l’avviamento al nuoto dei disabili. Si svilupperà in rete, sotto l’egida del Coni e del Cip, il Comitato paralimpico, in varie piscine pubbliche della provincia di Bari: gli impianti comunali di Molfetta e Bitonto (gestiti dal Coni), di Gioia del Colle, Casamassima, Altamura, nonché i due nuovi complessi natatori sorti a Bari nei quartieri San Paolo e Poggiofranco, gestiti dalla società sportiva Villa Camilla.

ll progetto ha l’obiettivo di sviluppare attività promozionale e agonistica per i diversamente abili, formando figure professionali di istruttori-pedagogisti che seguano gli allievi secondo procedure strutturate, programmi didattici individuali e finalizzati, nel lungo periodo, all’integrazione dei soggetti disabili in gruppi di pari livello.

Attraverso un ulteriore protocollo d’intesa, il Coni Puglia e la società sportiva Villa Camilla si impegnano ad avviare sperimentazioni anche nel campo della didattica del nuoto per bambini, utilizzando nuovi strumenti e attrezzature ludiche e con moderne tecniche pedagogiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione