Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:43

Beretta: «Su Papa Waigo era rigore netto»

Il tecnico del Lecce si sofferma su un episodio che avrebbe potuto cambiare il risultato della partita di Udine: «Non vogliamo regali, ma che ci venga riconosciuto il giusto. Solo il giusto. La casella alla voce rigori a favore del Lecce in questo campionato è ancora vuota»
Beretta: «Su Papa Waigo era rigore netto»
Il tecnico del Lecce Mario BerettaUDINE – Per Pasquale Marino l’azione del presunto rigore di Felipe su Papa Waigo, poco prima del raddoppio dell’Udinese sul Lecce per il 2-0 finale, «era da fermare prima». Il tecnico dei friulani, infatti, ha ribadito nel dopo partita che «c'era stato a centrocampo un analogo fallo di Vivas su Inler. L’arbitro ha usato quindi lo stesso metro di giudizio. Ne consegue che tutto è stato regolare».

Quanto alla partita, Marino ha detto che «l'Udinese sta viaggiando quasi in perfetta media inglese. Ci manca il punto con il Torino fuori casa – ha detto – anche se abbiamo avuto un periodo negativo troppo lungo». Ricordando che «le motivazioni e gli obiettivi sono dettati dai risultati», Marino ha precisato che «l'Udinese deve continuare così, partita dopo partita. Poi si vedra». Un concetto, questo, ribadito anche dal direttore generale dell’Udinese, Pietro Leonardi. «Solo alla fine tireremo la riga – ha detto – e vedremo chi riderà. Sulla nostra squadra si è detto di tutto – ha aggiunto – per questo dico di aspettare la fine del campionato. per noi ora l'obiettivo è solo la salvezza».

Sul fallo di Felipe, ovviamente, il giudizio di Beretta è stato del tutto diverso. «Era rigore netto. E siccome le partite si decidono sugli espisodi, quello è stato per noi un episodio grave. Non vogliamo regali – ha tuonato l’allenatore del Lecce – ma che ci venga riconosciuto il giusto. Solo il giusto. La casella alla voce rigori a favore del Lecce in questo campionato è ancora vuota».

Quanto alla partita, Beretta ha detto di aver visto «un Lecce determinato, che non meritava la sconfitta. Per la corsa salvezza, quindi, ci siamo anche noi. Eccome. A Udine – ha detto ancora l’allenatore del Lecce – la squadra ha giocato bene, ha creato diverse occasioni da gol. Insomma bene. Poi c'è stato quell'episodio. Gli altri risultati? A noi degli altri – ha tagliato corto Beretta – non interessa nulla. Dobbiamo guardare solo a noi stessi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione