Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:19

Benussi: «Il gruppo vuole reagire»

Il portiere del Lecce: «I gol subiti nelle ultime tre partite sono tanti, non abbiamo raccolto punti e non è bello essere in zona retrocedessione. Brutto periodo, la strada è in salita e la gara di Udine è difficile. Dal di fuori potrebbe sembrare una situazione tragica. Ma...»
Benussi: «Il gruppo vuole reagire»
Francesco BenussiLECCE – «I gol subiti nelle ultime tre partite sono tanti, non abbiamo raccolto punti e non è bello essere dietro alle altre squadre che lottano per non retrocedere. Per noi è un brutto periodo, la strada è in salita e la gara di Udine è difficile». È il pensiero di Francesco Benuss, portiere del Lecce, sul rendimento del club salentino e in vista del match contro i friulani di Marino.

«Dal di fuori potrebbe sembrare una situazione tragica, però, c'è un gruppo che vuole reagire. Tra di noi c'è voglia di riscatto, di reagire – spiega il portiere giallorosso – dobbiamo dare tutti qualcosa di più, con me in testa. Ora possiamo solo parlare della situazione che stiamo vivendo e delle sensazioni che avvertiamo dentro lo spogliatoi, poi, però, è solo sul rettangolo di gioco che possiamo invertire la situazione. Dobbiamo ritrovare la convinzione in quello che facciamo sia a livello di singoli che di gruppo. Quando i risultati non vengono è normale che perdi le certezze a livello tecnico, tattico e personali. Nei momenti critici abbiamo saputo reagire, e parlo anche dello scorso campionato; in questa annata abbiamo occupato la terz'ultima posizione solo due volte e darci ora per morti è sbagliato».

«Dentro lo spogliatoi ci sentiamo vivi e non vogliamo perdere la scommessa della salvezza. Oggi sto parlando io ma, questo serve a poco perchè i buoni propositi e le parole lasciano il tempo che trovano, mentre noi dobbiamo reagire in campo. Abbiamo grande fiducia in quello che possiamo fare e l’unica medicina sono i risultati – chiude Benussi – la squadra è in grado di reagire».

Ad eccezione dell’infortunato Cacia e dell’infleunzato Giacomazzi, tutti i giocatori del Lecce si sono allenati nel pomeriggio contro la formazione Allievi. La partitella si è conclusa 11-0 per la prima squadra (quattro gol Papadopoulos, due Caserta, uno ciascuno Papa Waigo, Castillo, Konan, Munari e Angelo). Mario Beretta ha provato l’insolito schieramento 3-5-2 con esterni di centrocampo prima Basta e Ariatti, poi Angelo e Antunes. In attacco il duo Castillo-Tiribocchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione