Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 04:22

Moore-Piccirillo il 6 marzo a Manchester

Il pugile barese ha presentato a Bari la sfida all’inglese per il titolo europeo dei pesi super welter. Il trentanovenne (56 incontri per 50 vittorie, un no-contest e 4 sconfitte): «Se torno è perché sento forti motivazioni. Ma penso sarà l'ultimo match. La boxe in Italia è finita»
Moore-Piccirillo il 6 marzo a Manchester
Boxe Michele PiccirilloROMA - Michele Piccirillo affronterà il prossimo 6 marzo a Manchester l’inglese Jamie Moore per il titolo europeo dei pesi super welter. Il trentanovenne pugile italiano (56 incontri per 50 vittorie, un no-contest e 4 sconfitte) ha presentato oggi la sua sfida a Bari.

«Se a trentanove anni torno ancora sul ring è perché sento forti motivazioni e non perché non abbia altro da fare», ha detto Piccirillo. «Ho deciso di combattere per vincere un altro titolo... e non ho tempo da perdere. Purtroppo ancora una volta siamo stati costretti ad emigrare all’estero e dopo una grande attesa, scaturita dall’indisponibilità del vecchio detentore del titolo e dalla difficoltà di trovare una sede italiana».

Nota dolente. «Il pugilato in Italia è finito, non interessa più a nessuno e penso che questo sarà l’ultimo match della mia vita», ha detto Piccirillo. "Non lo dico per creare facili sensazionalismi, ma perché al mattino non ho più la voglia di allenarmi che avevo un tempo". Moore (un mancino) sarà all’incontro numero 34 della sua carriera (30 vittorie).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione