Cerca

Il Cras Taranto ospita il Priolo

Le ioniche ritrovano il calore del PalaMazzola nella gara della quarta giornata di ritorno della serie A1 femminile (domenica, ore 18). Coach Ricchini: «Le ospiti sono indietro di sette posizioni e di dieci punti rispetto a noi? Serve il miglior basket»
Il Cras Taranto ospita il Priolo
Il Cras TarantoTARANTO - «Priolo è indietro di sette posizioni e di dieci punti rispetto al Cras? Quando affronto un avversario, non bado alla classifica, perché a questi livelli non ci sono avversari scontati. E poi quando c’è Priolo di mezzo, con le sue difese sorprendenti, il match diventa sempre un affare difficile da risolvere. Ragione della favola: non mi fido del nuovo ospite e domenica per vincere servirà il miglior basket possibile di cui il Cras è capace». Vigilia con la tensione giusta in casa rossoblù. Lo svela l’allenatore Roberto Ricchini, che domani, domenica 15 febbraio, alle ore 18 al PalaMazzola, ospiterà l’Acer Priolo, per la quarta giornata di ritorno dell’A1 femminile di basket.

DUBBIO SCIOLTO: GIOCA SANCHEZ - Squadra vincente non si cambia. Ricchini dà ancora fiducia alla guardia spagnola Rosi Sanchez, che resterà legata al club rossoblù sino al 28 febbraio. Audrey Sauret-Gillespie, in forma e continuamente a lavoro con le compagne, si accomoda in tribuna in attesa del prossimo rientro. Rispetto al match di Livorno unico cambio in panchina: la baby Schiavone fa posto a Masoni. Per il resto, a parte una contrattura al gluteo che dovrebbe costringere alla panchina il centro Prado, è il “Cras delle meraviglie”, il cui 2009 è stato sinora carattierizzato dalla striscia di sei risultati utili consecutivi tra Italia ed Europa. In A1 Taranto difende la vetta, che è assoluta visto il +1 nella differenza canestri sulla coinquilina Faenza, domani impegnata sul rettangolo della “Cenerentola” Ribera. «Il primo posto? Per noi non è una fissazione ma uno stimolo a ricercare la miglior pallacanestro possibile, per cercare di arrivare sino in fondo ai tre traguardi della stagione» sentenzia coach Ricchini.

Prima del quarto di Europe Cup in programma giovedì prossimo, il Cras si scalda al PalaMazzola per il match di campionato contro l’Acer. “Un obiettivo per volta. La squadra è concentrata, la voglia è di continuare a vincere”. Ad assecondare le intenzioni di Ricchini sono le statistiche. Il primato si è sinora poggiato sul secondo attacco del campionato (68,5 punti a match), sulla quinta difesa (59,8 punti subiti a gara), sul 61,8% nel tiro dal campo e sul 77% nei tiri liberi. A livello individuale spingono il Cras i punti di Mahoney e Batkovic, rispettivamente sesta e dodicesima marcatrice del torneo con 14,4 e 12 punti a giornata. Anche grazie al loro il Cras piazzò all’andata il blitz al PalaEnichem di Priolo. Proprio quella prova (+12) rappresentò il primo acuto stagionale della formazione rossoblù, ora molto cresciuta.

PRIOLO: VOGLIA DI PLAYOFF - Impossibile fidarsi della squadra-trabocchetto del basket femminile italiano. Da quando il suo tecnico Santino Coppa l’ha fondata nel 1970, Priolo ha rappresentato una formazione sorprendente del movimento. Con passione coraggio, Priolo vincerà poi due scudetti (1989 e 2000) e una Coppa Campioni nel 1990. Ora resta una delle attrici del torneo italiano, che vive intensamente da 23 stagioni. Attualmente l’Acer lotta per un posto nei playoff, trovandosi sull’ultima fila disponibile (l’ottava), vantando una maggiore differenza canestri sulla coinquilina Napoli.

«Viviamo ogni partita come se fosse l’ultima, col fine di vincere e di far crescere le nostre giocatrici. Se arriveranno i playoff-scudetto, lo considererò un piccolo miracolo, visto il materiale a disposizione che è inferiore rispetto a squadroni come Taranto, che domani cercheremo di mettere in discussione con il nostro basket. La speranza è che arrivi una risposta importante delle mie atlete». E’ questo Santino Coppa, tecnico che nella sua vita ha lasciato Priolo solo nel 2005 quando guidò Schio alla conquista della Coppa Italia.

Successivamente il ritorno al gruppo siracusano, che in questa stagione, nonostante sia zeppo di esterne, eccelle in campionato nei rimbalzi. Primo l’Acer con 623 palle recuperate a sfida (6,5 la media top di Pascalau), secondo il Cras con 609 (sesta dell’A1 Godin con 7,8). Segno della reattività del gruppo esterno, che sta vivendo il momento proficuo della guardia serba Tanja Cirov, che assicura una media-punti di 11.3. Fa meglio la giocatrice-regina di Priolo, ovvero il pivot operaio rumeno Pascalau, che alla sesta annata con la canotta biancoverde garantisce 14 punti a match.

Altri pericoli dell’arco esterno siciliano sono le americane Green e Barnes (insieme rappresentano il 21,3% del fatturato agonistico globale), la cubana Seino (media povera di 5 punti per l’atleta naturalizzata italiana, che presenta noie al ginocchio) ed il play azzurro Gianolla, rinata a Priolo, che ora assicura 7,9 punti a gara. Si difende, vicino canestro, Meneghel, ritornata cestista verosimile dopo l’operazione come attesta il trend di 6 punti a gara.

Fuori causa il play talentuoso Bonfiglio, che si sta sottoponendo a cure sperimentali per far rigenerare il suo ginocchio perennemente malato. In panchina ci va la baby Bona.

LE FORMAZIONI - Zimerle, Greco, Mahoney, Godin, Batkovic; Sanchez, Siccardi Masoni, Prado, Godin. All. Ricchini. Acer Priolo: Gianolla, Green, Cirov, Meneghel, Pascalau; Milazzo, Bona, Barnes, Sciacca, Seino. All. Coppa. Arbitri: Canestrelli di Genova e Cilento di Napoli. Inizio della partita alle ore 18 al PalaMazzola di Taranto.

I MEDIA - La partita Cras-Priolo sarà trasmessa in radiocronaca diretta, dalle 18, attraverso le frequenze di Radio Città Bianca (94.2 mhz a Taranto e provincia, 95.2 mhz a Brindisi a provincia), che trasmette anche in streaming il match on line sul sito www.radiocittabianca.com. La partita può essere seguita on line, con gli aggiornamenti statistici in tempo reale sul sito della Lega www.legabasketfemminile.it. La differita della partita sarà mandata in onda da BS Television lunedì 16 febbraio, dalle 23, dopo la trasmissione interamente dedicata al Cras “Basket Time”, condotta dal giornalista Enrico Sorace, dalle ore 21.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400