Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:11

Giuliatto: «Cagliari-Lecce gara fondamentale»

Il difensore del Lecce, dopo essersi detto dispiaciuto per non aver giocato contro l'Inter, si augura di essere in campo in Sardegna nella gara di serie A in programma domenica prossima alle ore 15: «Anche se hanno 12 punti in più, si può considerare uno scontro diretto»
Giuliatto: «Cagliari-Lecce gara fondamentale»
Lecce-CagliariLECCE – «Mi è dispiaciuto non essere in campo sabato scorso contro l’Inter, ma come ho sempre detto rispetto con serenità le decisioni di Beretta. Dalla gara interna contro la Juventus sono cambiate le cose perché ho trovato la continuità che ad inizio stagione non avevo; ora dipende da me e dalle prestazioni che riuscirò a fornire». Il difensore del Lecce Alberto Giuliatto parla così di se stesso.

Poi passa al rendimento della squadra salentina in campionato. «Da inizio anno stiamo insistendo molto sulla fase difensiva perché il mister la prepara molto bene – spiega il calciatore giallorosso – per quanto riguarda la fase offensiva la cosa importante per noi che agiamo sulla fascia è mettere palle utili in area di rigore avversaria. Sono pronto a scendere in campo domenica a Cagliari e sarei felice se Beretta decidesse di schierarmi – ha aggiunto Giuliatto – è una partita fondamentale, affrontiamo una squadra di pari valore e, anche se il Cagliari ha 12 punti in più di noi, si può considerare uno scontro diretto. Dopo la sosta natalizia, dalla trasferta di Firenze, sono cambiate le cose a livello di atteggiamento della squadra, ognuno di noi sta riuscendo a dare qualcosa in più».

«Siamo consapevoli che dobbiamo cercare di raggiungere la salvezza il prima possibile, cercando quanto prima di tornare alla vittoria in casa – sottolinea il difensore del Lecce – perchè le squadre che lottano per salvarsi solitamente raggiungono l’obiettivo con i punti conquistati nelle gare disputate tra le mura amiche. Dovremo cercare di fare quanti più punti possibile senza guardare quello che fanno le altre squadre. Non penso che Siena e Catania siano fuori dal discorso salvezza». 

LECCE: PER VIVES LAVORO A PARTE, RITORNA ZANCHETTA - Partitella in famiglia per il Lecce, con Beretta che ha prestato particolare attenzione alla fase tattica. Squalificati il difensore Esposito e il centrocampista Caserta e con Vives ancora in lavoro differenziato, il tecnico salentino ha provato un inedito 4-3-1-2, con l’uruguaiano Giacomazzi nella veste di trequartista alle spalle degli attaccanti Castillo e Tiribocchi. Nella linea mediana probabile il ritorno dal primo minuto di capitan Zanchetta, con Edinho e Ariatti schierati come esterni di centrocampo. Domani allenamento a Calimera e sabato, dopo la rifinitura del mattino, partenza alla volta della Sardegna.

CAGLIARI: SALTA AMICHEVOLE, PISANO VERSO IL RECUPERO - Annullata la prevista amichevole con i dilettanti del Macomer per il maltempo, i rossoblu oggi pomeriggio hanno disputato una partitella in famiglia di 40 minuti sul campo in sintetico del centro sportivo di Assemini. È rientrato nel gruppo Pisano, che ha smaltito i postumi dell’attacco influenzale che l’ha costretto a saltare l’impegno con l’Under 21 (ha giocato e segnato, invece, Acquafresca, rientrato oggi in città). Lavoro differenziato per Lopez e Magliocchetti. Per la gara di domenica con il Lecce, Allegri dovrà fare a meno degli squalificati Lopez e Biondini: al loro posto dovrebbero giocare rispettivamente Canini e uno tra Lazzari e Parola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione