Cerca

È di Lucera l'imprenditore che vuole il Torino

Raffaele Ciuccariello, 68 anni il 27 febbraio è imprenditore nel settore della ristorazione, anche in ambito internazionale. Cento milioni di euro è la cifra che vorrebbe investire nel club tra acquisto della società e rafforzamento della squadra. Ma tra i tifosi granata c'è scetticismo
È di Lucera l'imprenditore che vuole il Torino
TORINO – Il misterioso «Mister X» è stato svelato. È Raffaele Ciuccariello, nato a Lucera (Foggia) il 27 febbraio 1941, imprenditore che opera nel settore della ristorazione, anche in ambito internazionale, Interessato a rilevare la proprietà del Torino. Lo hanno svelato gli avvocati Grazia Porta, Anna Pasquinelli e Massimo Durante, nel corso della conferenza stampa tenuta oggi al Golden Palace di Torino. Sono stati illustrati anche gli obiettivi e il programma del potenziale acquirente del club granata.

Cento milioni di euro. È questa la cifra che, secondo i suoi legali, Raffaele Ciuccariello (e non Ciucariello come scritto in precedenza) vuole investire nel Torino tra acquisto della società e rafforzamento della squadra. «Abbiamo verificato tutte le garanzie patrimoniali necessarie – assicurano – il nostro cliente si rende conto del difficile momento del Torino e vuole intervenire».

Il misterioso acquirente, originario di Lucera (Foggia), sarebbe «da anni attivo – dicono gli avvocati Massimo Durante, Anna Pasquinelli e Grazia Porta – nel campo della ristorazione, anche all’estero». Negli ultimi mesi, inoltre, aiuterebbe il più giovane dei suoi dieci figli, Norbert, nel portare avanti una agenzia investigativa.

Ma il grosso del suo patrimonio deriverebbe da una eredità. «Si tratta di un patrimonio di famiglia», si limitano a dire i legali, che hanno suscitato non poche perplessità – e qualche ironia – tra i numerosi giornalisti presenti alla loro conferenza stampa, nel lussuoso albergo Golden Palace di Torino. E c'è scetticismo anche tra i tifosi, che su internet parlano di «una commedia d’annunziana». «Una risata – aggiungono – li sta già seppellendo».

«Mio padre lo dice da dodici anni che le cose, per la nostra famiglia, prima o poi sarebbero cambiate». Parola di Giuseppe Ciuccariello, uno degli otto figli – due femmine e sei maschi – di Raffaele, il Mister X che vuole comperare il Torino. «Ci ha fatto una bella sorpresa - aggiunge dietro al bancone del suo bar nel centro di Torino – così grande proprio non me l’aspettavo».

Ma da dove arriva l’eredità che ha reso ricchissima la sua famiglia di origini pugliesi, emigrata in Germania e poi approdata sotto la Mole?. «So che c'è – si limita a dire – ma non conosco altro. Mio padre deve ancora riunire tutta la famiglia e parlarcene».

Resta abbottonato anche il genero, Pasquale: «Sapevamo che in ballo c'era qualcosa di importante – dice – ma non so dire altro. Noi siamo gente normale, che si alza tutte le mattine per andare a lavorare». E che in passato ha avuto anche qualche problema economico: «Succede a chi ha delle attività commerciali – dice – ma siamo persone per bene».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400