Cerca

Il Cras non lascia tregua

A Livorno arriva la sesta vittoria consecutiva del Taranto. Quelli che giungono dal quarto turno di ritorno dell'A1 di basket femminile sono preziosi per difendere la vetta. Prossimo match domenica 15 febbraio alle ore 18 in casa contro Priolo, ottava forza del torneo
Il Cras non lascia tregua
Il Cras TarantoACP LIVORNO-CRAS TARANTO 55-65

LIVORNO: Ristic 9, Bagnara 1, Ramon 11, Bade 4, Gaither 16; Buccianti, Balestra 2, Mariani 8, Ruzickova 4. Ne: Montagna. All. Novello.
TARANTO: Zimerle 14, Greco 2, Mahoney 3, Godin 8, Batkovic 14; Sanchez 1, Siccardi 4, David 19. Ne: Prado. All. Ricchini.
ARBITRI: Moretti di Perugia e De Rosas di Sassari.
PARIZALI: 15-19, 31-35, 43-57, 55-65.

TARNTO - Cras irrefrenabile. A Livorno arriva la sesta vittoria consecutiva tra Italia ed Europa. Partita equilibrata solo nel primo tempo, poi gradualmente Taranto prende il largo. Quelli che giungono dal quarto turno di ritorno dell'A1 di basket femminile sono preziosi per difendere la vetta, perché la coinquilina Faenza continua a vincere (78-74), ma sulle emiliane le rossoblù mantengono il +1 nella differenza canestri. Prossimo match del Cras domenica prossima, 15 febbraio alle ore 18 in casa contro Priolo, ottava forza del torneo.

LA PARTITA - Match iniziato in ritardo a causa di un problema tecnico al palazzetto della formazione toscana. Lo stesso Livorno parte ispirato con Ristic e Bade: 7-6 al 4'. Sembra quasi una “sfida” al Taranto, visto che il play Anna Zimerle segue la scia calda del match giocato bene e vinto con Sesto San Giovanni il sabato prima. Cras di conseguenza davanti col 5-0: 7-11, che poi diventa 13-19 all'8', grazie anche ai canestri di Batkovic e di una quanto mai ispirata David.

A cavallo tra primo e secondo parziale Livorno si fa audacemente sotto con la sua americana talentuosa Gaither e l'esperta Ramon, che ispirano il break di 7-1 che fa avvicinare Livorno a -1 al 13'. Ricchini si irrita e chiama il timeout. Ancora Zimerle e David sono le “stelle” della notte livornese, costruendo il 5-0 che vale il +6 del 15'. Livorno però mostra i muscoli, riuscendo ad accorciare con Gaither le distanze al 20': -4 e squadre negli spogliatoi.

Come spesso ha dimostrato in questo primo scorcio del 2009 (sinora “immacolato” per le rossoblù che hanno sempre vinto), il Cras si impenna nella ripresa grazie ad una difesa tosta: break di 9-0 in 2 minuti con Zimerle, David e Batkovic e punteggio sul 31-44. E’ sempre David a far lievitare la produzione agonistica, portando Taranto sul +17 (38-55) del 27'. E' questo l'acuto della banda di Ricchini che, da capolista, controlla il vantaggio nella ripresa, toccando il +14 al 35', per poi chiudere in scioltezza la sfida.

RICCHINI: BASKET A MEMORIA - Il tecnico Roberto Ricchini evidenzia a fine match non tanto la sesta vittoria consecutiva del Cras («comunque preziosa»), quanto «il basket giocato quasi a memoria da parte della mia squadra. È un momento positivo, con le mie ragazze che riescono ad esprimere una pallacanestro glaciale nei momenti topici del match».

Dopo l'impresa di Tarbes, gli schiaffi dati a big del campionato come Parma, Faenza e Sesto San Giovanni, Taranto esce indenne anche dal rettangolo di una squadra di fascia bassa. «Credetemi, stasera non è stato semplice tenere a bada le locali, che rappresentano un avversario tignoso». Il Cras è stato anche in grado di sopperire ad una vigilia tormentata. L'ennesimo ritardo aereo dell'Alitalia, ha fatto slittare di otto ore l'arrivo a Livorno, avvenuto quasi all'alba di oggi, ovvero alle 4. «Ciò vuol dire che la squadra ci sta con la testa» dice soddisfatto Ricchini.

Nota individuale in chiusura. Cosa pensa il coach delle prove di Zimerle e David? «La play vicentina – risponde il tecnico riferendosi a Zimerle – vive un momento d'oro, sia in regia che in finalizzazione. Mentre il centro – ossia l'italo-brasiliana David – sta dimostrando tutto il suo valore e la sua esperienza italiana. Bene ha fatto stasera la squadra a favorirla in diverse circostanze, servendole palloni d'oro».

COPPA ITALIA: IL PROGRAMMA - Ora è ufficiale. Il PalaMokador di Faenza ospiterà Sabato 7 e Domenica 8 Marzo prossimi l'edizione numero 24 della Coppa Italia di Serie A1. La formula della final four metterà di fronte le prime quattro squadre classificate al termine del girone di andata, nell'ordine il Lavezzini Parma, il Club Atletico Faenza, l'Umana Reyer Venezia e il Cras Taranto.

Questo il programma delle partite. Sabato 7 Marzo 2009:
ore 14,30 Cras Taranto (4^ classificata)-Lavezzini Parma (1^ classificata); ore 16,45 Umana Reyer Venezia (3^ classificata) vs Club Atletico Faenza (2^ classificata). RaiSport Più trasmetterà una sintesi differita delle due semifinali il Sabato in seconda serata.
Domenica 8 Marzo 2009: ore 18,15 Finale 1-2 posto (diretta integrale su RaiSport Più).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400