Cerca

L'Osservatorio decide sullo stadio di Taranto

La riunione è stata rimandata ad oggi, ma l’orientamento dell’ente ministeriale non sarebbe favorevole. Potrebbe decidere che la squadra rossoblù giocherà a porte chiuse sino a quando non sarà in grado di presentare un piano di sicurezza adeguato
L'Osservatorio decide sullo stadio di Taranto
TARANTO - Porte chiuse domenica prossima per Taranto-Arezzo? Con il trascorrere delle ore, l’ipo - tesi diventa sempre più concreta. La riunione dell’Osservatorio è stata rimandata ad oggi, ma l’orientamento dell’ente ministeriale, secondo quanto trapelato ieri sera, non sarebbe favorevole. L’Osservatorio, infatti, potrebbe decidere che il Taranto giocherà a porte chiuse sino a quando non sarà in grado di presentare un piano di sicurezza adeguato.

Domenica scorsa, in occasione della riapertura al pubblico dello Iacovone, sono emerse diverse anomalie: numero degli steward largamente insufficiente; organizzazione lacunosa; alcuni presidi di prefiltraggio rimasti scoperti; pochi metaldetector; mancanza di manichette ed idranti; tardivo versamento obbligatorio della quota per il servizio dei Vigili del Fuoco.

Ma c'è un’altra tegola che si potrebbe abbattere sulla Taranto Sport per la quale i tifosi resterebbero nuovamente fuori allo stadio. Stamane è prevista la solita riunione del Gos (organismo deputato alla sicurezza), presieduto dal vicario della Questura Giusti. L’organo ha il dovere di approvare il piano di sicurezza predisposto dalla società rossoblù per la prossima partita. Se dovesse essere lacunoso e privo delle necessarie garanzie tecniche riferite alle norme legislative, verosimilmente non sarà approvato.

A quel punto il fascicolo passerà nelle mani del Questore Pozzo il quale relazionerà dell’accaduto il Prefetto Pironti cui spetterà la parola definitiva sulla decisione di far giocare a porte aperte o chiuse. A quel punto il «no» alla presenza del pubblico sarebbe abbastanza scontato. Soprattutto se il suo Decreto lo si rapporta alla lettera di diffida inviata alla Taranto Sport ieri l’altro per le inadempienze e le disfunzioni venute fuori in Taranto-Real Marcianise.

La situazione, dunque, è molto preoccupante. I giocatori rossoblù avrebbero bisogno del pubblico amico per tentare di battere l’Arezzo. Ma tant'è. Intanto la squadra ha proseguito la preparazione con una doppia seduta. Dionigi ha svolto una piccola corsetta. Poi si è fermato avendo risentito del fastidio al polpaccio. Ciò significa che anche domenica prossima non sarà disponibile. Miglietta ha girato a parte per un piccolo ematoma dietro una coscia. Nel pomeriggio è prevista l’amichevole a Massafra, formazione d’Eccellenza allenata da mister Pettinicchio. Stringara proverà un po' tutti nei due tempi alla ricerca della formazione migliore.

Giuseppe Dimito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400