Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:50

Castellana, c'è il rischio di pesanti squalifiche

Dopo la sconfitta al tie-break contro la capolista Latina nella A2 maschile di pallavolo, potrebbero giungere cattive notizie dal giudice sia nei confronti del tecnico Lattari, espulso al termine del primo set, sia nei confront del club, che rischia la squalifica del campo
Castellana, c'è il rischio di pesanti squalifiche
Castellana VolleyCASTELLANA GROTTE - Alle spalle la consapevolezza dell’occasione mancata, dinanzi la sensazione di poter incorrere in pesanti squalifiche. In casa Materdomini Volley.it, dopo la sconfitta al tie-break contro la capolista Latina, potrebbero giungere cattive notizie dal giudice unico federale. Provvedimenti disciplinari interesseranno certamente il tecnico Radamés Lattari, espulso al termine del primo set.

«Episodio incomprensibile ed ingiustificato - si legge nel duro comunicato diramato dalla società - che ha fatto traboccare il vaso della pazienza. Dalle testimonianze risulta l’esagerata reazione del secondo arbitro Massimo Amati di Terni nei confronti della panchina e in particolare del libero Alessandro Trimarchi che, essendo stato strattonato, ne ha contestato i modi. Lattari, nelle sue rimostranze, non ha insultato l’arbitro ma questi, con atteggiamento provocatorio, ha indotto il collega Giuseppe Piluso di Cosenza all’espulsione che inevitabilmente ha esasperato il clima».

Il pubblico ha reagito contestando vistosamente le decisioni più dubbie esponendo la società al rischio di squalifica del campo. Probabilità aumentata dal diverbio che Amati ha avuto, nel corridoio degli spogliatoi al termine della gara, con un castellanese poi identificato dai Carabinieri della locale stazione ai quali però non è stata fatta alcuna denuncia. La società stigmatizza l’operato dell’arbitro umbro: «Senza voler giustificare il comportamento di chi, sia pur a parole, ha vivacemente mostrato la delusione, Amati si è rivolto al pubblico con gesti di scherno dimenticando i canoni imposti dal ruolo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione