Cerca

calcio

Bari batte Vicenza
e torna quarto
I tifosi ricordano Gironda

I Biancorossi al San Nicola superano il Vicenza per 2 a 1

Bari Vicenza primo gol

il gol di Di cesare

Bari-Vicenza 2-1

BARI (4-3-3): Guarna 5.5; Donkor 6, Di Cesare 6.5, Rada 6, Contini 6.5; Defendi 6.5, Porcari 6, Di Noia 6 (33'st Minala 5); Rosina 5.5, Maniero 6.5, Boateng 6 (17'st De Luca 6). In panchina: Micai, Romizi, Donati, Puscas, Camara, Tonucci, Scalera. Allenatore: Camplone 6.5.

VICENZA (4-3-3): Vigorito 5; Sampirisi 5.5, Brighenti 6, Mantovani 5.5, D’Elia 5.5; Sbrissa 5.5 (1'st Ebagua 4), Moretti 6, Gagliardini 5.5 (32'st Bellomo 5.5); Laverone 6, Raicevic 6.5, Giacomelli 5.5 (17'st Gatto 5.5). In panchina: Marcone, El Hasni, Manfredini, Vita, Galano, Modic. Allenatore: Marino 5.5. ARBITRO: Minelli di Varese 5.5 RETE: 45'pt Di Cesare, 14'st Maniero, 24'st Raicevic.

NOTE: spettatori 16.496 (paganti 5.470, abbonati 11.026) per un incasso di Euro 85.006,82. Espulso al 39'st Ebagua per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Noia, Gagliardini, Brighenti, Sampirisi, Laverone. Angoli: 6-5 per il Vicenza. Recupero: 0; 5'.

Il Bari torna quarta forza della serie B battendo al San Nicola il Vicenza per 2 a 1. Il gol del vantaggio del Bari è stato siglato al 45' del primo tempo da Di Cesare lesto nell’approfittare di una uscita-saponetta del portiere Vigorito. Nella ripresa Marino gioca la carta Ebagua, schierando il nigeriano accanto all’altra punta Raicevic, ma sono stati i pugliesi a raddoppiare (al 14' st), con una deviazione di testa di Maniero (contestata per un presunto contatto con Brighenti).

La gara si riapre (al 24' st) per una leziosità difensiva di Donkor che ha spianato la strada ad un contropiede finalizzato da Raicevic. Nel finale il Vicenza (in dieci per l’espulsione di Ebagua) ha esercitato un forcing efficace, costruendo nitide azioni per il pari (in particolare una conclusione di Brighenti murata da Contini), con Porcari e compagni in grande affanno.

I TIFOSI RICORDANO GIRONDA - «Rerè Gironda la Nord ti saluta e ti è grata»: con uno striscione di 30 metri, all’inizio della gara Bari-Vicenza, i tifosi biancorossi hanno ricordato in curva nord lo scomparso avvocato Aurelio Gironda Velardi, principe del foro del capoluogo regionale e già deputato di Alleanza nazionale. Gironda, oltre ad esser stato dirigente del Bari durante la presidenza di Angelo De Palo negli anni '60, aveva difeso il club nella recente querelle legata al calcioscommesse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400