Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 14:18

Martina, a Forlì è scontro diretto

Il campionato, dopo la sosta , entra nella fase calda. Nella ventesima giornata del campionato di serie A1 di pallavolo maschile, contro i forlivesi degli ex Patriarca e Totire è in palio (domenica, ore 18) una grossa fetta di salvezza
Martina, a Forlì è scontro diretto
MARTINA - Il campionato, dopo la sosta, entra nella fase calda. Le partite cominciano a diventare decisive. È il caso del match che domani Cernic e compagni andranno a disputare a Forlì contro una squadra che si gioca una grossa chance per rientrare a pieno diritto nella zona salvezza (allo stato attuale è penultima a quattro punti dai biancoazzurri e da tre da Pineto).

QUI STAMPLAST MARTINA FRANCA – Coach D’Onghia pensa di dar fiducia nel sette più uno iniziale al centrale rumeno Stancu considerato che Corsini è ancora un pò debilitato dall’influenza che lo ha costretto a saltare l’ultimo match a Montichiari. In settimana il tecnico della Stamplast ha visto la squadra molto carica, pregna di tensione positiva: «Vedo la squadra carica, reattiva, vogliosa di giocarsi le sue carte in una partita che è importante certamente ma che non sancisce la fine del campionato; anche perché dopo abbiamo altri due scontri diretti con Vibo e Padova», precisa il coach tarantino che ha visto la squadra allenarsi in bene nella settimana di vigilia del match. I giocatori sanno che in palio c’è un bella fetta di stagione e soprattutto la possibilità di ricacciare indietro l’unico cliente scomodo in chiave permanenza.

D’Onghia è fiducioso: «I miglioramenti sono evidenti in palestra. E’ chiaro che questa squadra si porta dietro dei difetti nati all’inizio della stagione. Occorre diminuire il margine di errore. Ho detto ai ragazzi di fare cose semplici ma fatte bene. Dobbiamo dimenticarci che in trasferta abbiamo un rendimento deficitario ed affrontare le partite con la stessa concentrazione e determinazione che solitamente mettiamo quando giochiamo davanti al nostro pubblico». Martina deve fare tesoro della gara di andata (per 3-1) nel corso della quale un Forlì rabberciato (l’opposto Tuba, in cattive condizioni fisiche, fu sostituito dal giovane Casadei che alla fine risultò determinante) riuscì ad imporsi grazie ad un gioco semplice e lineare.

L’AVVERSARIO - Strana squadra la Yoga. In casa ha un rendimento deficitario (nove partite, otto sconfitte per un totale di soli quattro punti conquistati) ed affronta la Stamplast che fuori casa ha vinto solo due volte sinora. I forlivesi, al contrario fuori dalle mura amiche sono riusciti ad ottenere exploit importanti come quelli di Treviso e Perugia ma soprattutto quello della gara di andata a Martina Franca. Quei tre punti, alla luce della classifica attuale, furono fondamentali per Patriarca e compagni che la settimana successiva sconfissero clamorosamente in casa Cuneo.

Anche Forlì, come la Stamplast, ha dovuto fare i conti con tanti infortuni (l’opposto Rodrigues, il centrale Cardona ed il palleggiatore Bellini) ed intervenire sul mercato. Rispetto alla gara di andata, infatti, sono stati ingaggiati il centrale canadese Haldane (ex Magna Grecia Taranto- stagione 2001-02) ed il palleggiatore Dolfo. Una squadra che ha buoni ricevitori (Patriarca e Molteni) ed un libero (il francese Henno) che in fase di difesa è uno che difficilmente lascia cadere la palla a terra. Le difficoltà sono tutte offensive (45% di positività appena) a causa di una batteria di schiacciatori piuttosto leggera per una pallavolo moderna che richiede tanta fisicità anche se di recente il brasiliano Tuba ha offerto prestazioni più che dignitose. Al centro, senza Cardona, sinora si sono alternati Di Franco-Haldane e Loglisci che non hanno fornito un grosso apporto a muro (Forlì è ultima nella speciale graduatoria dei punti realizzati in questo fondamentale). Anche in battuta i romagnoli pungono poco ed in pratica nella classifiche individuali dei vari fondamentali, ricezione a parte, non hanno giocatori tra i primi venti.

I PRECEDENTI - Quattro a tre per Forlì che in casa ha centrato tre successi su altrettanti incontri.

MEDIA - Collegamenti a partire dalle 17:50 dal sito www.legavolley.fm con tutti i campi della serie A TIM per l’appuntamento settimanale con la web radio della Lega Pallavolo Serie A. Forlì sarà uno dei due campi principali. La telecronaca registrata dell’incontro andrà in onda alle ore 21.45 di martedì prossimo su T9 (Tele Puglia) emittente del Gruppo Telenorba che sul digitale terrestre irradierà l’incontro a partire da martedì ogni giorno alle 15.00 ed alle 21.00.

LE PROBABILI FORMAZIONI - Yoga Forlì: 8 Redwitz, 5 Tuba, 7 Haldane, 9 Di Franco, 15 Patriarca, 3 Molteni, 2 Henno (l), a disp. 1 Bendi, 11 Casadei, 12 Loglisci, 13 Dolfo, 14 Bellini, 18 Bozko. All. Molducci.
Stamplast Martina Franca: 2 Coscione, 13 Valdir, 11 Mastrangelo, 5 Stancu, 6 Cernic, 18 Rodriguez, 1 Ricciardello (libero), a disp. 9 Guglielmi (l), 10 Stojkovic, 12 Corsini,14 Quartarone. All. D’Onghia.
GLI ARBITRI: Padoan di Chioggia e Sobrero di Savona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione