Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 22:29

l'anticipo del bari

Gyomber: a Brescia
proveremo
a vincere ancora

Jacopo Petriccione e Norbert Gyomber

Norbert Gyomber

BARI - «Domani è importante giocare bene con il nostro calcio, provando a vincere a Brescia. Dobbiamo ancora migliorare, abbiamo mezzi per fare grandi cose": così il difensore del Bari Norbert Gyomber ha presentato la trasferta di domani a Brescia. I pugliesi non vincono lontano dal San Nicola dal 24 febbraio scorso, quando espugnarono il campo del Benevento (3-4 il finale).

Sugli avversari ha poi aggiunto: «Davanti a noi avremo una squadra molto forte, che avrà voglia di rifarsi dopo le ultime partite. In Serie B non bisogna mai sottovalutare gli avversari, tutti possono vincere o perdere contro tutti. Adesso non bisogna guardare la classifica perché è davvero corta. Il campionato è lunghissimo, ci sono tante squadre in pochi punti».

«Lavoriamo molto sulle palle inattive sia in difesa che in attacco. Speriamo dalla prossima gara di essere bravi anche in questo ambito": questa è stata la lettura delle sbavature difensive registrate contro il Cittadella al San Nicola secondo il marcatore dei pugliesi.

«Siamo un gruppo molto unito, molto forte. Dopo il gol subito contro il Cittadella abbiamo reagito e il risultato è arrivato. Speriamo di continuare così», ha concluso Gyomber.

Torna disponibile il centrocampista Tello e c'è la prima partecipazione ad una gara dei biancorossi per l’ultimo acquisto, il difensore Diakhite: sono queste due le novità che emergono dalla rifinitura e dalla lista dei convocati del Bari per la trasferta di Brescia stilata dal tecnico Fabio Grosso.

Il colombiano è in ripresa dopo aver rimediato una botta al ginocchio destro con la Pro Vercelli, mentre il marcatore ex Lazio e Ternana sta facendo registrare qualche progresso nel recupero della migliore condizione fisica.

Il Bari giocherà con il classico modulo 3-4-3: in porta Micai, in difesa Gyomber, Marrone e Cassani, a centrocampo Basha e Petriccione (Tello), sulle fasce Fiamozzi e Morleo, in attacco Galano, Improta e Cissè (o Nenè).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione