Cerca

Il Brindisi sbaglia, rimonta e vince

In serie D,  la capolista spreca un calcio di rigore con Moscelli (16’), subisce un gol con Ricamato (19’), ma poi parte deciso verso l’ennesima vittoria. Il Brindisi batte 3-1 il Venafro (allenato da un suo ex giocatore Buccilli) e allunga sulla Nocerina
Il Brindisi sbaglia, rimonta e vince
BRINDISI-VENAFRO 3-1

BRINDISI: Russo, Idda, Tidei, Kettlun, Corazzini, Trinchera, Lenti (30’ st Pasqualini), Fiore, Galetti (41’ st Pinamonte), Chiesa (35’ Cangini), Moscelli. A disp. Vidoni, Papa, Bartolomucci, Junior Bahia. All. Silva.
VENAFRO : Izzo, Mele, Verde (13’ st Praticiello), Cianfarani, Lamanna, Agbonifo (37’ st Nardorillo), Ricamato, Vitaglione, Caruso, Monticelli (33’ Marziale). A disp. Vitiello, Iannotti, D’Elena, Bifulco. All. Buccilli.
ARBITRO: Marsini di Viareggio.
RETI: 19’ pt Ricamato, 27’ pt Corazzini, 30’ Trinchera, 11’ st Chiesa.
NOTE : Angoli: 3 a 2 per il Brindisi.Ammoniti: Cangini, Mele, Pinamonte, Monticelli. Spettatori: oltre 2mila.

BRINDISI - Studia per una quindicina di minuti l’avversario. Poi spreca un calcio di rigore con Moscelli (16’), subisce un gol con Ricamato (19’), ma poi parte deciso verso l’ennesima vittoria. Il Brindisi batte 3 a 1 il Venafro (allenato da un suo ex giocatore Mario Buccilli) e allunga sulla Nocerina, sconfitta da Bacoli Sibilla.

Il terreno di gioco ridotto alla quasi impraticabilità, non ferma i biancazzurri di Massimo Silva. Al 16’, Mele atterra Trinchera in area. Si incarica della massima punizione Moscelli, che si fa parare l’esecuzione da Izzo. Dopo tre minuti, Lenti tocca male uno spiovente nell’area di rigore del Brindisi. La palla schizza sui piedi diRicamato, il quale senza difficoltà mette in porta. Al 27’, su angolo di Fiore, Corazzini, sul primo palo, corregge a rete. Trascorrono tre minuti e il Brindisi va in vantaggio. Kettlun calcia una punzione al centro dell’a re a di rigore del Venafro e Trinchera in tuffo mette in rete.

Nel secondo tempo, il Brindisi si impossessa della manovra, nonostante le condizioni del terreno di gioco. E all’11’ ancora Kettlun calcia un perfetto servizio per la testa di Trinchera. Il capitano dei biancazzurri tocca, Izzo respinge ma non trattiene e Chiesa corregge a rete. Il resto dei minuti sono un assalto alla porta del Venafro. Molte le occasioni per il Brindisi che però non trasforma in gol.

«Un turno più bello non ci poteva capitare». Massimo Silva commenta così le vicende della quarta giornata del girone H. «La vittoria sul Venafro - aggiunge - è stata confezionata come meglio non si poteva. Siamo partiti con particolare attenzione, abbiamo subito un gol per un infortunio difensivo, ma poi abbiano trovate le misure per risalire e mettere al sicuro il risultato. Sottolineo la forza con la quale la squadra ha reagito. Mi aspettavo un Venafro certo non sottomesso, ma nemmeno così attivo e dinamico. Ha giocato una buona partita». «Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi - afferma Mario Buccilli, tecnico del Venafro -. Hanno giocato con grande impegno. Abbiamo avuto la possibilità di andare in vantaggio. Abbiamo lavorato molto per conservarlo. Ma il Brindisi è una grande squadra. Può perdere la promozione solo per sua colpa. Ma non penso che accadrà. Silva ha un gruppo di giocatori dagli elevati valori tecnici. Va anche detto che non merita di giocare su un terreno di gioco quasi imparaticabile ».

Bruno Stasi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400