Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:28

Beretta: «L'espulsione di Giacomazzi poteva costarci»

L'allenatore del Lecce: «Abbiamo giocato tutto il secondo tempo in dieci, soffrendo inevitabilmente, ma la vittoria è comunque meritata. Sono contento perché non era facile vincere sul campo del Siena. I ragazzi si sono impegnati molto anche sotto il profilo fisico»
Beretta: «L'espulsione di Giacomazzi poteva costarci»
calciatore Lecce Giacomazzi espulsoSIENA – «Abbiamo giocato tutto il secondo tempo in dieci, soffrendo inevitabilmente, ma la vittoria è comunque meritata». Così il tecnico del Lecce, Mario Beretta, nel giorno in cui i pugliesi espugnano il Franchi di Siena per 2-1. «Sono contento perché non era facile vincere su questo campo – aggiunge Beretta -. I ragazzi si sono impegnati molto anche sotto il profilo fisico. L’espulsione di Giacomazzi? Ci poteva costare cara, è un giocatore molto importante per noi».

Secondo il tecnico del Lecce, dunque, «corsa e capacità di sofferenza» sono stati gli ingredienti principali della seconda vittoria esterna dei giallorossi mentre la quota dei 40 punti «statisticamente» dovrebbe garantire la salvezza, anche se «più punti si fanno meglio è».

Adesso il calendario prospetta per Caserta e compagni il match al Via del Mare contro l’Inter. «Proveremo a bloccarla – dice Beretta -, cercheremo di giocare con coraggio».

Poi per quanto riguarda quel «Barnetta» proferito dal tecnico nerazzurro Mourinho dopo la gara d’andata, il tecnico dei salentini sorride: «Sono cose vecchie e superate, dopo quel giorno ci siamo rivisti e abbiamo chiarito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione