Cerca

Enel Brindisi, finale memorabile a Jesi

Mai dire mai. Con un finale da consegnare al film del campionato, i pugliesi battono in trasferta, nell'anticipo della Legadue di basket,  la squadra di Andrea Zanchi che, in vantaggio di 13 lunghezze (68-55), mai avrebbe immaginato il colpo di coda ospite
Enel Brindisi, finale memorabile a Jesi
Fileni Jesi – Enel Brindisi 78-80

FILENI JESI: Maggioli 23, Bastoni ne, Cuffee 11, Rossini 3, Boykin 12, Ryan 16, Paulinho 11, Raminelli, Sambugaro 2, Cantarello. Allenatore: Zanchi.
ENEL BRINDISI: Virgilio, Parente ne, Killingsworth 24, Binetti 5, Feliciangeli, Cardinali 6, Hatten 21, Gkioulekas 16, Bruttini, Mocavero 8. Allenatore: Perdichizzi. ARBITRI: Provini, Perretti e Ciano.
NOTE: parziali: 25-16, 37-35, 61-53. Tiri liberi: Jesi 11/16, Brindisi 12/16. usciti per cinque falli: Cuffee.

JESI - Mai dire mai. Con un finale da mandare a memoria e da consegnare al film del campionato, l’Enel Basket Brindisi batte sul suo campo la squadra di Andrea Zanchi che, dopo essere stata in vantaggio di 13 lunghezze (68-55) mai avrebbe immaginato nel colpo di coda dei suoi avversari.

Un quintetto inedito quello di Brindisi con Binetti, Gioulekas, Hatten, Mocavero e Killingsworth che sa mettere il bavaglio a Michele Maggioli, stupendo «principe» dell’area dei tre secondi. Primo quarto - Anche tredici i punti di vantaggio (11-24) della Fileni, grazie ad un Maggioli onnipresente nell’area dei tre secondi.

Il pivot sembra in serata. Perdichizzi, che manda in campo al via Virgilio, Hatten Gioulekas, Feliciangeli e Killingsworth, cerca gli adattamenti. Richiama in panchina Virgilio emanda in campo Binetti che velocizza i giochi. La Fileni, però, ha ben saldo nelle mani il gioco e chiude i primi 10’ con nove lunghezze di vantaggio (16-25). Secondo quarto - Inizia nel segno di Mocavero (18-25). Brindisi insiste, mette a segno un parziale di sei a zero, ma resto sotto di una sola lunghezza (25-24).

La gara va in velocità. La Fileni soffre. È Gioulekas (3/3 dai 6,25) tiene in partita l’Enel che con Killingsworth riesce a riportare Brindisi in parità: 32-32. Il secondo tempino si chiude con il vantaggio dei marchigiani (37-35), ma Brindisi non è affatto inferiore alla squadra di Zanchi. Anzi, è piacevole il gioco che Binetti & C. svil uppano.

Terzo quarto - Si ricomincia con Binetti, Hatten Gioulekas, Mocavero e Killingswort. Per sette minuti il match è nelle mani dei pivot: Maggioli da una parte e Killingsworth dall’altra (che realizza il 18° punto al 26’43”). Perfetto equilibrio. Sembra che Brindisi possa dire la sua. Errore. Cuffee, per due volte consecutive e con lo stesso schema, mette a segno due triple che fanno male al Brindisi, nel senso che riportano in quota la Fileni che chiude con un +8 (61-53) che mortifica la squadra di Perdichizzi.

Ultimo quarto - Ryan (bomba e tiro da sotto) porta in quota la Fileni (66-53). Punteggio che fa cadere le braccia, ma non ad Hatten, aMocavero ed aCardinali, splendido giocatore che nelle sue Marche ha messo a segno la partita perfetta. Al 35’ sono sei le lunghezze di vantaggio della Fileni. Killingsworth mette a segno il canestro del pari: 73-73. Punteggio che si ripete a 27” dal termine 78-78. Per finire, il sigillo di Binetti che realizza il canestro del successo e poi va a rubare palla sulla rimessa di Jesi. Che vittoria.

Franco De Simone


3ª GIORNATA RITORNO

Edimes Pavia – Basket Rimini Crabs 95-97
Fileni Jesi – Enel Brindisi 78-80
Vanoli Soresina – Trenkwalder Reggio E. 81-75

Prima Veroli – Banco di Sardegna SS
Cimberio Varese – Carmatic Pistoia
Aget Imola – Basket Livorno
Fastweb Casale Monf. – Seven 2007 Roseto
Umana Venezia – Harem Scafati

CLASSIFICA Varese, Soresina 22; Reggio E., Casale, Jesi, Veroli 20; Scafati, Rimini 18; Livorno, Roseto, Pavia, Sassari, Brindisi 16; Venezia 14; Imola, Pistoia 12.

4ª GIORNATA RITORNO (5 febbraio 2009, ore 20.30)

Basket Rimini Crabs-Cimberio Varese
Seven 2007 Roseto-Fileni Jesi
Harem Scafati-Banco di Sardegna
Sassari Basket Livorno-Fastweb Casale Monferrato
Enel Brindisi-Edimes Pavia
Trenkwalder Reggio Emilia-Prima Veroli
Carmatic Pistoia-Aget Imola
Vanoli Soresina-Umana Venezia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400