Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 23:37

Grande Lecce vince a Siena 2-1

Nel 22° turno della A arrivano tre punti d'oro. In gol Tiribocchi e, dopo l'espulsione di Giacomazzi, Castillo. Accorcia Ghezzal. Salentini a +4 sulla terz'utlima
• Beretta: «Vittoria sofferta»
• Risultati dalla Iª Divisione alla D
• Basket: Taranto-Parma 62-58
• Volley: Castellana e Santeramo ko
• Volley: Latina-Gioia del Colle 3-1
Grande Lecce vince a Siena 2-1
Siena-Lecce 1-2SIENA-LECCE 1-2 (0-1 nel primo tempo)

SIENA (4-3-1-2): Curci 6; Zuniga 7.5, Portanova 5.5, Brandao 5.5, Del Grosso 5.5 (35' st Rossi sv); Vergassola 6.5, Codrea 6, Jarolim 6.5 (8' st Calaiò 5.5); Kharja 6; Maccarone 6.5, Frick 5.5 (8' st Ghezzal 6.5). In panchina: Elefhteropoulos, Ficagna, Zito, Narusso. Allenatore: Giampaolo 6.5.
LECCE (4-3-3): Benussi 6.5; Polenghi 5.5, Stendardo 5.5, Esposito 5.5, Giuliatto 5; Vives 6 (14' st Papa Waigo 6), Caserta 6 (45' st Ardito sv), Ariatti 6; Giacomazzi 5.5, Castillo 6, Tiribocchi 6.5 (1' st Edinho 6). In panchina: Rosati, Schiavi, Angelo, Cacia. Allenatore: Beretta 6.
ARBITRO: Brighi di Cesena 6.5.
RETI: 15' pt Tiribocchi, 10' st Castillo, 34' st Ghezzal.
NOTE: giornata fredda con temperatura di poco sopra lo zero, cielo coperto. Terreno di gioco in buone condizioni. Al 41' pt espulso Giacomazzi per somma d’ammonizioni. Ammoniti: Giuliatto e Papa Waigo. Angoli: 14-2. Recuperi: pt 1'; st 6'.

SIENA – Il Siena attacca a testa bassa per quasi settanta minuti e il Lecce capitalizza al massimo le due uniche occasioni avute, così al Franchi finisce 2-1 per i pugliesi che colgono la seconda vittoria esterna della stagione. La squadra di Giampaolo perde l’imbattibilità interna che durava dal 20 dicembre (quando l’Inter passò al Franchi per 2-1) e a trafiggerla sono Tiribocchi e Castillo, mentre è di Ghezzal la rete bianconera. Non poteva esserci miglior ritorno, dunque, per Mario Beretta nello stadio che lo ha visto protagonista per due stagioni dal 2006 al 2008. Il bunker del suo Lecce regge all’assalto toscano fino al termine del match.

L'avvio di partita vede Maccarone e Frick come coppia d’attacco nel 4-3-1-2 del Siena. Pugliesi in campo con il 4-3-3, con il tridente Giacomazzi-Castillo-Tiribocchi. Dopo un quarto d’ora di studio, con le due squadre che comunque si affrontano a viso aperto, il Lecce passa con una zampata di Tiribocchi: bravo Giacomazzi a smarcare l’attaccante che solo davanti a Curci non fallisce. Il colpo subito scuote il Siena, che comincia a macinare gioco pur senza portare grossi pericoli dalle parti di Benussi. Maccarone infastidisce non poco la retroguardia pugliese, ma l'intesa con Frick stenta a decollare. Il Siena passa comunque una ventina di minuti in costante propennsione offensiva, grazie anche ad un buon Zuniga che sulla destra impegna non poco Giuliatto.

Alla mezz'ora episodio dubbio in area di rigore leccese, con un tocco di mano di Stendardo giudicato involontario da Brighi. Sul finale di primo tempo i toscani attaccano a pieno organico e sfiorano il pareggio con un colpo di testa di Maccarone, deviato in angolo dalla difesa leccese che va in affanno ogni volta che Zuniga punta l’uomo. Prima che le due squadre tornino negli spogliatoi e che Codrea sfiori il palo con una conclusione dalla distanza il Lecce si complica la vita rimanendo in dieci: Giacomazzi, già ammonito, si fa espellere per una gomitata a Jarolim.

Nella ripresa i padroni di casa partono con il piede sull'acceleratore e già dopo due minuti vanno vicinissimi al pareggio ma la mischia furiosa che si accende davanti a Benussi dopo la sua prodigiosa respinta su vergassola viene risolta, seppur a fatica, dalla difesa del Lecce. Giampaolo toglie Jarolim e Frick per inserire Calaiò e Ghezzal, ma al 10' il Lecce raddoppia: calcio d’angolo dalla sinistra e colpo di testa vincente di Castillo. La spinta del Siena che colleziona calci d’angolo (alla fine saranno 14 contro i due del Lecce) porta i toscani ad esporsi al contropiede giallorosso ma al 34' Ghezzal di testa dimezza le distanze.

È la rete che riscatena i padroni di casa: Kharja e compagni si gettano in avanti alla ricerca del 2-2. Zuniga continua a imperversare sulla sua fascia e il numero dei calci d’angolo continua a crescere ma al 44' Calaiò, di testa, spedisce alto da pochi passi. L’ultimo sussulto arriva al 49' con Benussi che si supera su un gran tiro di Maccarone. Finisce con Curci in area pugliese a cercare il pareggio ma il bunker del Lecce regge fino alla fine.

I risultati della terza giornata di ritorno della serie A

Atalanta – Catania 1-0
Bologna - Fiorentina rinviata a domani per neve
Chievo – Sampdoria 1-1
Genoa - Palermo 1-0
Inter - Torino 1-1
Juventus – Cagliari 2-3 (ieri)
Lazio - Milan ore 20.30
Napoli – Udinese 2-2 (ieri)
Reggina - Roma 2-2
Siena - Lecce 1-2

La classifica (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Inter 50 22 15 5 2 37 16
Juventus 43 22 13 4 5 36 19
Milan (-) 41 21 12 5 4 36 22
Genoa 40 22 11 7 4 32 19
Roma 37 22 11 4 7 33 28
Fiorentina (-) 35 21 11 2 8 28 19
Napoli 34 22 10 4 8 30 22
Cagliari 34 22 10 4 8 30 25
Palermo 32 22 10 2 10 30 28
Lazio (-) 31 21 9 4 8 31 28
Atalanta 30 22 9 3 10 27 23
Udinese 27 22 7 6 9 32 35
Catania 26 22 7 5 10 20 27
Siena 25 22 7 4 11 16 22
Sampdoria 24 22 6 6 10 20 26
Bologna (-) 22 21 5 7 9 24 33
Lecce 22 22 4 10 8 22 32
Torino 18 22 4 6 12 22 37
Chievo 18 22 4 6 12 15 31
Reggina 15 22 3 6 13 19 40
(-): una gara in meno

La classifica cannonieri

15 RETI: Di Vaio (4 rig) (Bologna).
14 RETI: Milito (4 rig) (Genoa).
13 RETI: Ibrahimovic (Inter).
12 RETI: Gilardino (Fiorentina).
11 RETI: Amauri (Juventus); Di Natale (3 rig) (Udinese).
10 RETI: Floccari (Atalanta).
9 RETI: Acquafresca (2 rig) (Cagliari); Kakà (3 rig) (Milan); Corradi (5 rig) (Reggina).
8 RETI: Jeda (Cagliari); Pandev, Zarate (2 rig) (Lazio); Pato (Milan); Hamsik (2 rig) (Napoli); Cavani, Miccoli (2 rig) (Palermo); Quagliarella (Udinese).
7 RETI: Mascara (2 rig) (Catania); Sculli (Genoa); Del Piero (2 rig) (Juventus); Ronaldinho (2 rig) (Milan); Denis (Napoli); Vucinic (Roma).
6 RETI: Mutu (1 rig) (Fiorentina); Rocchi (Lazio); Castillo (Lecce); Lavezzi (Napoli); Totti (1 rig) (Roma); Cassano (1 rig) (Sampdoria).
5 RETI: Doni (Atalanta); Tiribocchi (Lecce); Simplicio (Palermo); Julio Baptista (Roma); Delvecchio (Sampdoria).
4 RETI: Conti (Cagliari); Paolucci (Catania); Marcolini (2 rig) (Chievo); Montolivo (Fiorentina); Maicon (Inter); Nedved (Juventus); Bresciano (Palermo); Cozza (Reggina); Bellucci (1 rig) (Sampdoria); Amoruso (2 rig), Bianchi (1 rig) (Torino).
3 RETI: Ferreira Pinto (Atalanta); Volpi (Bologna); Pellissier (Chievo); Kuzmanovic (Fiorentina); Stankovic (Inter); Iaquinta (1 rig) (Juventus); Seedorf (Milan); Brienza (1 rig) (Reggina); Frick, Ghezzal, Kharja (Siena); Rosina (3 rig) (Torino); D’Agostino (2 rig), Floro Flores, Pepe (Udinese).
2 RETI: Guarente, Valdes, Vieri (Atalanta); Valiani (Bologna); Biondini, Fini, Matri (Cagliari); Martinez, Morimoto, Plasmati (Catania); Italiano, Mantovani (Chievo); Felipe Melo (Fiorentina); Biava, Jankovic, Motta, Papastathopoulos (Genoa); Adriano (1 rig), Cordoba, Cruz, Muntari (Inter); Chiellini (Juventus); Foggia, Ledesma (Lazio); Cacia, Caserta, Giacomazzi, Munari (Lecce); Ambrosini, Beckham, Inzaghi (Milan); Maggio, Zalayeta (Napoli); Aquilani, Juan, Panucci, Perrotta, Pizarro (Roma); Pazzini (1 Fiorentina), Stankevicius (Sampdoria); Calaiò, Maccarone (1 rig) (Siena); Saumel, Stellone (Torino); Sanchez (Udinese).
1 RETE: Garics, Manfredini, Padoin (Atalanta); Adailton, Bernacci (1 rig), Moras (Bologna); Bianco, Larrivey, Lopez (Cagliari); Baiocco, Sabato (Catania); Bentivoglio, Langella, Rigoni (Chievo); Santana (Fiorentina); Criscito, Olivera, Palladino (Genoa); Burdisso, Maxwell, Obinna, Vieira, Samuel (Inter); Camoranesi, Giovinco, Grygera, Legrottaglie, Marchionni, Marchisio, Mellberg, Sissoko (Juventus); Dabo, Diakitè, Mauri, Siviglia (Lazio); Esposito, Vives (Lecce); Borriello, Inzaghi, Zambrotta (Milan); Mannini, Pazienza, Vitale (Napoli); Bovo, Cassani, Kjaer, Mchedlidze, Succi (Palermo); Barreto, Costa (Reggina); Brighi, De Rossi, Menez, Mexes (Roma); Franceschini, Padalino (Sampdoria); Ficagna, Galloppa (1 rig); Vergassola (Siena); Abate, Abbruscato, Barone, Colombo, Dellafiore, Natali, P.Zanetti (Torino); Domizzi, Inler (Udinese).
1 AUTORETE: Terlizzi (Catania pro Inter); Mascara (Catania pro Inter); Cicinho (Roma, pro Bologna); Di Loreto (Torino pro Reggina); Pisano (Torino pro Inter); Domizzi (Udinese pro Lecce); Siviglia (Lazio pro Napoli); Mantovani (Chievo pro Lazio); Denis (Napoli pro Milan); Papastathopoulos (Genoa pro Juve); Felipe (Udinese pro Chievo); Diakitè (Lazio pro Inter).

Il prossimo turno (quarta giornata di ritorno, 8 febbraio alle ore 15)

Cagliari – Atalanta
Catania - Juventus
Fiorentina – Lazio
Lecce - Inter (7/2, ore 18.00)
Milan - Reggina (7/2, ore 20.30)
Palermo - Napoli (ore 20.30)
Roma – Genoa
Sampdoria - Siena
Torino – Chievo
Udinese - Bologna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione