Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 07:41

Dream Team Taranto, missione completa

I campioni d’Italia in carica stendono il Quartu Sant’Elena, conquistano la seconda vittoria consecutiva nella serie A1 maschile di basket in carrozzina e mettono alle spalle le ombre di gennaio. Splendido Passiwan: 46 punti con 4/5 dalla linea lunga
Dream Team Taranto, missione completa
TARANTO - Il dardo, il primo degli ultimi sei, è tratto. Il Dream Team Comes Taranto trafigge il Ba.D.S. Quartu Sant’Elena con un primo periodo splendido per intensità e percentuali (15/20 dal campo) e adesso aspetta la risposta delle altre magnifiche tre. Evidenti le differenze tecniche fra pugliesi e sardi, che comunque mostrano un più che discreto amalgama di squadra e mettono in mostra due talenti come Nortje ed Erben. Gli ionici però difendono benissimo e colpiscono con una continuità impressionate dal perimetro, dove Dirk Passiwan tira con medie eccelse (per l’alieno tedesco, alla sirena, la bellezza di 46 punti) e Mazzi trova assist a ripetizione. Taranto, insomma, mette definitivamente alle spalle le due sconfitte di gennaio e torna a macinare gioco e risultati. Un grande viatico in vista della trasferta sabato prossimo sul parquet tutt’altro che facile di Santo Stefano.

La partita Gesto di fair-play prima della palla a due: il Dream Team Comes regala agli ospiti ed alla terna arbitrale delle arance donate dal Comune di Palagiano. Palla a due e coach L’Ingesso parte con Miceli e Latagliata fuori dal perimetro, Passiwan libero di spaziare, Dror e Counts in post basso. Emanuela Comella risponde con lo starting-five annunciato: Jimenez e Sindelar esterni ed il tridente di lunghi Erben-Nortje-Curle.

Taranto parte bene sull’asse Dror-Counts che si cercano e si trovano sotto le plance (6-0). Nortje, come da pronostico, è l’anima dei cagliaritani ed accorcia subito con un buon contropiede (6-4). Erben e Passiwan si rispondono e Nortje, a metà quarto, ripristina l’equilibrio (12-11). Taranto parte con le rotazioni: Di Bennardo e Mazzi prendono il posto di Counts e Latagliata. Il capitano ionico piazza subito l’appoggio al tabellone del 18-13. Taranto accelera all’improvviso: Passiwan è scatenato (per il tedesco un incredibile 7/7 nei primi dieci minuti, nel complesso per il Dream 15/20), Di Bennardo è ispirato in post basso e gli ionici passano a condurre 27-17. Il Ba.D.S. tentenna, Mazzi e Dror danno maggior corpo al vantaggio dei padroni di casa ed il primo quarto si chiude 31-17.

Taranto riparte con (una fisiologica) minor brillantezza al tiro ma i sardi sbagliano molto in costruzione e non ne approfittano. Ad approfittare dell’empasse è invece il solito Passiwan, che ben imbeccato da Dror colpisce in contropiede (37-24). Sant’Elena però non molla: Erben e Nortje continuano a pungere in post basso e la partita diventa molto fisica (39-28). La maggior tecnica in circolazione di palla alla lunga sembra premiare però i padroni di casa, che trovano in Mazzi un grande ispiratore ed in Dror un ottimo finalizzatore (46-33). Il finale di quarto però vede salire in cattedra Passiwan: l’alieno tedesco piazza una magnifica tripla e spinge il Ba.D.S. a -14: si va all’intervallo lungo sul 51-37, la dote di punti degli ionici sembra rassicurante.

L’inizio del terzo periodo porta subito al quarto fallo di capitan Di Bennardo, sostituito da Stella. Il play salentino innesca subito Dror in post basso (56-41). I cagliaritani iniziano a cedere, Passiwan li punisce in contropiede (60-41). Curle e Medda cercano di limitare il passivo ma Jamie Mazzi ed una tripla, la seconda, di Passiwan, portano al massimo vantaggio dei padroni di casa (64-45, +20). Il tedesco, semplicemente inarrestabile, infila di seguito ancora due triple e sul finire del quarto, dall’angolo destro, inanella il punto personale numero 40 che porta Taranto sul +22 (75-53): il pubblico del Palamazzola è tutto in piedi ad applaudire.

L’ultimo periodo è routine: L’Ingesso e Confessa rimandano in campo Counts e Latagliata (per Dror e Miceli). Il pivot americano si fa vedere subito con un appoggio al tabellone, mentre dall’altra parte, a contenere il passivo (82-58) ci sono soltanto i soliti Nortje ed Erben (Curle è in serata storta). Passiwan colpisce ancora dai 6.25 e Counts si fa fischiare un tecnico che Nortje trasforma in tre punti (85-66). Ad un minuto dalla fine lo staff tecnico di casa concede la meritatissima standing ovation a Dirk Passiwan, autore di 46 punti. Gli applausi per il tedesco si uniscono a quelli per un Dream Team semplicemente perfetto e capace di chiudere 89-74.

Gli spogliatoi

L’abbraccio finale tra Egidio L’Ingesso ed Emanuela Comella suggella un’amicizia decennale ed i complimenti, dopo la sirena finale, sono sinceri. «Il Dream Team Comes è davvero una grande squadra - il commento dell’allenatrice sarda - e stasera non potevamo fare molto di più. Limitare Passiwan è stato impossibile: dopo la marcatura iniziale di Nortje ho provato a contenerlo praticamente con tutti gli effettivi, ma non c’è stato niente da fare: aveva una mano caldissima».

Sant’Elena ha pagato in parte anche la prestazione non eccezionale di David Curle. «Ma a prescindere dai singoli credo che stasera la mia squadra abbia giocato un discreto basket. La partita è cambiata completamente negli ultimi minuti del secondo quarto: Taranto ha piazzato il primo break e noi ci siamo disuniti. Recuperare, stasera, era impossibile; resto però abbastanza soddisfatta della prestazione dei miei ragazzi. Certo, forse potevamo contenere di più il distacco, ma, come già detto, questa sconfitta ci sta e non ci fa disperare».

Coach Egidio L’Ingesso, da parte sua, è ovviamente soddisfatto. «Dirk Passiwan è un grandissimo finalizzatore e l’ha dimostrato anche stasera, ma questa è una vittoria di squadra. I ragazzi mi sono piaciuto moltissimo in difesa e sono ritornare a fare basket come sanno. Credo che con questa vittoria siano ormai definitivamente alle spalle le due sconfitte di gennaio, anche perché di fronte c’era una squadra molto forte: ad Emanuela mancano probabilmente i ricambi, ma il quintetto base è di prim’ordine. A maggior ragione questo successo ci da tanta fiducia in vista del finale di regular season. E’ questa la strada giusta, quella che dobbiamo continuare a seguire».

IL TABELLINO

DREAM TEAM COMES TARANTO 89
BA.D.S. QUARTU SANT’ELENA 74
(31-17; 51-37; 75-53)
Dream Team Comes Taranto: Di Bennardo 11, Dror 16, Mazzi 6, Miceli, Counts 6, Stella, Latagliata 4, Passiwan 46, Diana ne, Specchiarello ne. All. Egidio L’Ingesso
BA.D.S. Quartu Sant’Elena: Curle 9, Cugia ne, Canu ne, Jimenez, Cabiddu 2, Erben 29, Floris 4, Medda, Nortje 33, Sindelar 1. All. Emanuela Comella
Arbitri: Monteforte, Napolitano, Petraroli
Campo di gioco: Palamazzola, via Venezia 81, Taranto. Spettatori: 300 circa. Mvp: Dirk Passiwan (Dream Team Comes Taranto).

• Il Dream Team estromesso dalla palestra dove si allenava

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione