Cerca

Beretta: «La lotta non riguarda solo quattro squadre»

L'allenatore del Lecce alla vigilia di Siena-Lecce (domenica ore 15,15): «Chi precede le ultime quattro in classifica non può ritenersi sicuro della salvezza. Noi speriamo di recuperare i punti lasciati in altre partite dove magari riusciremo a vincere non meritandolo»
Beretta: «La lotta non riguarda solo quattro squadre»
Il tecnico del Lecce Mario BerettaLECCE – «Penso che Edinho sia in buona condizione fisica; lo stesso discorso vale per Papa Waigo. Non ho ancora deciso ma penso che siano pronti per giocare, magari non per tutti i 90 minuti». 

Il tecnico del Lecce Mario Beretta si sofferma sull'utilizaazione dei nuovi arrivati alla vigilia della trasferta di Siena. «Non siamo abituati a giocare ogni tre giorni ma mi sembra che abbiamo recuperato abbastanza bene dall’ultimo impegno di Verona – continua – non ci sono problemi particolari a parte un pò di stanchezza, che è normale. Fino a questo momento non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna in più, che ci avrebbe consentito di avere 4-5 punti in più in classifica. Speriamo di recuperare i punti lasciati, in altre partite dove magari riusciremo a vincere non meritandolo. Non penso che la lotta per la salvezza sia ristretta alle ultime quattro squadre perchè anche qualche compagine che ci precede in graduatoria non può ritenersi sicura; la media dei punti, solitamente, si alza nel girone di ritorno e penso che sarà così anche quest’anno. Il Siena ha qualità importanti e lo dimostra il campionato che sta disputando, al di sopra della zona retrocessione. Da ex conosco molti dei calciatori attualmente in organico nel Siena, ma conoscendo pregi e difetti dei giocatori non è matematico il fatto di riuscire a renderli innocui. La difesa della squadra toscana sta facendo molto bene; se non sbaglio in casa hanno subito solo quattro gol, di cui due su rigore. È una squadra che ha costruito nelle mura amiche il campionato che sta disputando. Noi ogni partita la giochiamo per vincere, poi c'è l’andamento della gara e bisogna vedere come finisce. Per me è importante fare punti poco importa dove li fai».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400