Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 15:00

CALCIO / Chievo-Lecce alle 20,30 Parola d'ordine: vietato perdere

I salentini affrontano i veneti nel turno infrasettimanale (ventunesima giornata della serie A). La gara è delicata soprattutto. Due punti di vantaggio sulla terz'ultima posizione (che porta dritto in serie B) sono pochi, tanto più che un passo falso farebbe piombare i giallorossi in piena zona retrocessione. Cosicché l'obiettivo di Giacomazzi e compagni è prima di tutto non perdere
CALCIO / Chievo-Lecce alle 20,30 Parola d'ordine: vietato perdere
Il tecnico del Lecce Mario BerettaBARI - Chievo-Lecce (ventunesima giornata di serie A, turno infrasettimanale) è una gara delicata, soprattutto dopo il pareggio interno contro il Torino. Due punti di vantaggio sulla terz'ultima posizione (che porta dritto in serie B) sono pochi, tanto più che un passo falso in Veneto farebbe piombare i giallorossi in piena zona retrocessione. Cosicché l'obiettivo di Giacomazzi e compagni è prima di tutto non perdere per poi fare altrettanto nella trasferta di domenica prossima a Siena.

Insomma, le due gare esterne (in quattro giorni) possono essere il crocevia della stagione. Prima di tutto, però, c'è il Chievo, contro il quale Beretta dovrà fare a meno di Munari. Sono disponibili, invece, Vives, Zanchetta, Caserta e Stendardo, assenti nella gara di domenica scorsa. Ci saranno delle variazioni nella formazione, anche perché l'allenatore ha bisogno di uomini con caratteristiche ben precise. «Ho visto il Chievo nella gara di sabato e in altre occasioni – spiega Beretta – hanno cambiato sistema di gioco, passando da un 4-4-2 in linea a un 4-4-2 a rombo. Vengono da tre risultati positivi e per questo avranno entusiasmo. Un occhio particolare dovremo riservarlo a Pellissier, che ho avuto con me sia a Varese che con il Chievo e che secondo me è un ottimo calciatore. Ma, naturalmente, non dovremo trascurare tutti gli altri».

In difesa sono pronti al rientro il giovane portiere Rosati (sostituirà Benussi, apparso molto incerto contro il Torino) e il terzino destro Polenghi, uscito anzitempo domenica scorsa per infortunio. A centrocampo, invece, capitan Zanchetta e l’esterno Vives prenderanno il posto rispettivamente di Ardito e di Munari, quest’ultimo costretto a saltare le prossime tre gare per l’infortunio alla clavicola. Anche contro il Chievo, comunque, Beretta confermerà il 4-3-3, schierando in avanti Giacomazzi, Castillo e Tiribocchi. In attesa di Papa Waigo.

Tra le altre gare in programma, nella parte bassa della classifica spicca Torino-Reggina. Poi, c'è Atalanta-Bologna, con i felasinei che potrebbero rimanere fermi a quota 19, un punto in più del Lecce. Seguono, appunto, Torino e Chievo a 16 e Reggina a 13 punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione