Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 13:10

Munari: «Ai granata una doppietta inutile»

Il centrocampista del Lecce, indiposnibile per mercoledì: «È stata una bella soddisfazione personale che però è servita a poco. Alla fine vedi come è finita e ti dispiace. Tutti restiamo male per come è andata la partita, da noi giocatori all’allenatore, al presidente e ai tifosi»
Munari: «Ai granata una doppietta inutile»
LECCE – Contro il Torino è arrivata la prima doppietta in serie A per il centrocampista del Lecce Gianni Munari. «E' stata una bella soddisfazione che però è servita a poco – spiega – non nascondo il mio personale piacere per questi due gol, però, alla fine vedi come è finita e ti dispiace. Tutti restiamo male per come è andata la partita, da noi giocatori all’allenatore, al presidente e ai tifosi. Dedico la mia prima doppietta a mio padre Giandomenico, il mio primo tifoso; mi ha sempre sostenuto, credendo nelle mie possibilità, anche nei momenti più difficili. Quando sono stato scartato dalla Reggiana a 16 anni avrei voluto smettere di fare il calciatore, ma è stato mio padre a convincermi a continuare l’avventura nel mondo del pallone, sostenendo che avrei potuto farcela».

Poi sul momento della sua squadra dice: «Come gruppo dobbiamo pensare positivo; ieri avremmo dovuto vincere la partita e non ci siamo riusciti. Voltiamo pagina perchè mercoledì ci aspetta una gara impegnativa a Verona. Non penso che in noi sia subentrata la paura dopo il loro primo gol; ci sono state una serie di circostanze e situazioni come il mio infortunio e quello di Polenghi, oltre al fatto di aver subito la prima rete granata in maniera fortuita, che ci hanno fatto abbassare un pò troppo il baricentro. Le critiche del presidente? È il nostro primo tifoso e può esprimersi e dire ciò che vuole; chiaramente sono delle critiche costruttive che servono per dare un segnale. Ognuno di noi alla fine di una partita fa un esame di coscienza e sa quello che ha fatto bene e quello meno bene».

Chiusura sulle sue condizioni che gli impediranno di scendere in campo mercoledì: «Dispiace dover fermarsi proprio ora, a causa di quest’infortunio alla spalla sinistra; spero di recuperare in fretta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione