Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:10

Bari Volley, Molfetta bestia nera

Bonati e soci si aggiudicano il derby di B1 maschile di pallavolo. Baresi battuti (come all'andata) al tie-break. Il tecnico Nacci: «Ha deciso la loro esperienza ad alti livelli». Ora il campionato si concede un turno di riposo
Bari Volley, Molfetta bestia nera
BARI - È il Molfetta di Mister Avellis ad interrompere la striscia vincente del Club Atletico Bari Volley aggiudicandosi un derby di rara bellezza al tie-break e confermandosi così autentica bestia nera della compagine del capoluogo pugliese. Ma i ragazzi di Mister Nacci non escono ridimensionati da una partita straordinaria per intensità ed emozioni, ben giocata da entrambe le contendenti: di fronte ad una squadra, quella molfettese, che ha messo in luce tutta l’immensa classe di giocatori straordinari quali De Mori, Costantini, Kunda e Masini, i gialloblu del presidente Vastano hanno mostrato grinta, determinazione e voglia di vincere andando più volte a recuperare situazioni impossibili. Si sono però smarriti, specialmente in fase di contrattacco, proprio nel momento in cui un affondo in più avrebbe spostato l’inerzia del match dalla loro parte: errore fatale contro una compagine di vecchi volponi come quella capitanata da Bonati.

I fantasmi della gara di andata si rimaterializzano per il Bari Volley nella prima frazione: Molfetta domina in ogni fondamentale, Rinoldo e soci fanno una fatica terribile ad entrare in partita. De Mori (semplicemente strepitoso) costruisce con il servizio l’allungo decisivo, Carelli completa l’opera portando gli ospiti avanti di un set (17-25). Ma la compagne del Presidente Vastano non ha nessuna intenzione di alzare bandiera bianca al primo ostacolo: la reazione dei gialloblu di casa è veemente nella seconda frazione: Fiore e Di Fino sono efficaci in attacco, Albanese, entrato in battuta per Lacalamita, manda fuorigiri la ricezione molfettese e Bari si riporta in parità (25-17).

Il terzo set si gioca sull’equilibrio e sui nervi. Molfetta è avanti al secondo time-out tecnico, Bari, trascinata da Fiore e Rinoldo, risponde immediatamente (20-20). Si procede punto a punto fino al 23-23, poi Scolaro fa il fenomeno in difesa recuperando due palloni impossibili su attacchi di Lacalamita e Fiore e De Mori mura l’ennesimo contrattacco di Di Fino (23-24). Sul successivo servizio di Masini, Basile sceglie il momento peggiore per commettere l’unico errore della sua partita, Bonati è lesto ad approfittarne (23-25). Nella quarta frazione è Rinoldo a suonare la carica per la formazione di casa: la sua battuta fa la differenza (16-10). Ma i gialloblu non riescono a gestire il notevole vantaggio, Molfetta con Kunda e Costantini trova prima il pareggio, poi addirittura va a condurre sul 22-24. Sembra finita, ma Fiore e compagni non si arrendono, si ricompattano ed estraggono dal cilindro un autentico capolavoro di caparbietà e voglia di vincere: annullati due match-point fi fila, annullato un terzo ai vantaggi, i ragazzi di Mister Nacci ribaltano il punteggio e allungano la partita al quinto set con un mani e fuori vincente di Rinoldo (29-27).

Il tie-break decisivo è la solita girandola di emozioni: due attacchi vincenti consecutivi di Di Fino sembrano far pendere la bilancia da parte barese (8-6). Fiore sbaglia però la palla del 9-6 e Molfetta rimonta. Sul 12-12 a decidere è il muro dei biancorossi: Kunda stoppa Di Fino, Bruno annulla Rinoldo e gli ospiti si costruiscono altre due palle match (12-14). Al secondo tentativo un attacco di Kunda mette la parola fine ad un gara entusiasmante (13-15).

«In partite tirate come queste è spesso l’esperienza ad alti livelli ad essere determinante – le parole a calco di Vincenzo Nacci, tecnico del Bari Volley – loro avevano molti giocatori che di gare come queste ne hanno disputate e vinte molte e si è visto, noi in qualche circostanza abbiamo avuto il braccino corto. Con un po’ di freddezza in più certi momenti della partita le cose sarebbero andate diversamente, ma sono comunque soddisfatto, ho visto una squadra reattiva, che lotta e combatte, tempo per recuperare in classifica ce n’è, ma bisognerà rimanere molto concentrati ed evitare di perdere punti in partite sulla carta abbordabili».

Il campionato di B1 si concede un turno di riposo. Prossimo impegno per Minafra e compagni tra due settimane, sempre in casa con il Marcianise.

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY-PALLAVOLO MOLFETTA 2-3 (17-25; 25-17; 23-25; 29-27; 13-15)

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY: Laterza 2, Di Fino 20, De Tellis 10, Lacalamita 6, Fiore 22, Rinoldo 18, Basile (L), Albanese, Minafra, Carella, Fiorentino n.e., Anselmo n.e. All. Nacci-Bruno
PALLAVOLO MOLFETTA: Masini 3, Carelli 10, De Mori 14, Costantini 11; Bonati 4, Kunda 25, Scolaro (L), Ripa 2, Bruno 3, Mazzarelli, Fabiano n.e., La Gioia n.e. All. Avellis-Palumbo
Arbitri: Antonio Colapietro di Bari e Nicola Traversa di Bari. Spettatori: 600 circa
BARI: Bp 2, Bs 18, Mp 6; MOLFETTA: Bp 1, Bs 6, Mp 21

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione