Cerca

Beretta: «Peccato per il pari, ma la squadra è viva»

L'allenatore del Lecce: «Nel secondo tempo ci siamo impauriti per il gol preso dopo un minuto. A livello psicologico ci ha colpito un pò troppo in negativo, poi abbiamo segnato il 3-2 ma è arrivato il gol di Natali. È chiaro che dispiace essere 2-0 e non chiudere la gara»
Beretta: «Peccato per il pari, ma la squadra è viva»
Il tecnico del Lecce Mario BerettaLECCE – «Nel secondo tempo ci siamo impauriti dopo il gol preso dopo un solo minuto. A livello psicologico ci ha colpito un pò troppo in negativo, poi abbiamo segnato il 3-2 ma è arrivato il gol di Natali. È chiaro che dispiace essere in vantaggio 2-0 e non chiudere la gara. Dispiace, il Torino è una squadra di grande qualità». Lo ha detto Mario Beretta, tecnico del Lecce, al termine del rocambolesco 3-3 tra i salentini e i granata di Novellino.

«Adesso il calendario ci riserva altre due sfide-salvezza, due gare importanti come oggi ma la squadra ha lottato, si è data da fare, è viva e fa ben sperare – sottolinea Beretta – ora abbiamo gare difficili ma non determinanti, il campionato non finisce domenica. Abbiamo avuto un pò i problemi in settimana con giocatori fuori e pochi cambi in certi ruoli ma guardiamo avanti e prendiamo quello che di buono abbiamo fatto in questa partita e proseguiamo». Beretta commenta il rocambolesco 3-3. «Ci sono meriti e demeriti, da una parte e dall’altra ma ci stanno i sei gol, altrimenti le gare finirebbero sempre 0-0. Si sono visti un pò di gol. Se avessimo portato via tre punti staccavamo lo stesso Torino e ci saremmo portati davanti al Bologna ma il nostro campionato è questo».

«Dobbiamo lottare fino all’ultima minuto dell’ultima giornata del campinato di serie A e questo non dobbiamo dimenticarlo – chiude l'allenatore del club salentino – la squadra, al di là degli errori che si possono fare in ogni partita, ma che fanno tutti, è una formazione viva che ha rabbia e determinazione. Possiamo giocarcela fino in fondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400