Cerca

Venerdì 15 Dicembre 2017 | 18:43

Atletica

Palmisano, che bronzo!
La marciatrice di Mottola
salva il Mondiale italiano

La gara vinta da una cinese. L'atleta pugliese, terza, ha marciato in 1 ora 26'36", suo record personale

Mondiale di Londrabronzo alla Palmisano

BARI - Prima medaglia per gli azzurri nei Campionati del mondo di atletica leggera. L’ha conquistata la 26enne di Mottola Antonella Palmisano, che ha conquistato il bronzo nella gara femminile dei 20 chilometri di marcia, disputata oggi lungo le strade di Londra.

La marciatrice tarantina, tesserata Fiamme Gialle, ha chiuso le fatiche col crono di 1h26'36", demolendo il primato personale di un minuto e 15 secondi, facendo registrare la seconda prestazione italiana di tutti i tempi. L’azzurra si è piazzata alle spalle della la cinese Jiayu Yang, oro in 1h26'18", e alla messicana Maria Guadalupe Gonzalez, argento (come a Rio 2016) in 1h26'19". Squalificata la cinese Xiuzhi Lyu a pochi metri dall’arrivo, mentre era nelle prime tre, davanti alla Palmisano.

Grazie alla tarantina, che si allena a Ostia nel gruppo del tecnico Patrizio Parcesepe, la marcia azzurra è tornata dunque sul podio mondiale quattro anni dopo l’argento conquistato da Valeria Straneo a Mosca 2013. A ruota hanno terminato le loro prove rispettivamente al 14° e al 15° posto le altre due italiane in gara, ovvero le lombarde Eleonora Giorgi, tesserata Fiamme Azzurre (a 4'16" dalla vincitrice), e Valentina Trapletti, Esercito (a 4'17" dalla Yang).

Raggiante dopo il traguardo la Palmisano. "Sono contenta: ho dato tutto sino alla fine. Mi sono accorta solo a pochi metri dal traguardo che la cinese Xiuzhi Lyu era stata squalificata e che avevo vinto il bronzo. Sono però un po' dispiaciuta perché mi è mancato poco per stare davanti assieme alle tre fuggitive sino alla fine", ha detto la pugliese, ai microfoni di RaiSport.

«Meritavano squalifiche anche le altre? Non saprei, mentre gareggio non penso a queste cose. Dedico la medaglia a mia nonna, che ha accusato qualche problema in questi giorni", ha aggiunto l'azzurra. «Sono cresciuta: mi sento cambiata. Non mi sento più una bambina: per questo non ho sofferto per le emozioni della gara. Appena torno in Puglia penserò al mio matrimonio. Sono felice. Noi azzurre siamo un bel team. La 50 chilometri? No: è troppo lunga», ha concluso la Palmisano, che si sposerà il prossimo anno, a settembre.

Fra i primi a celebrare questa medaglia, su Twitter, il presidente del Coni, Giovanni Malagò: «Splendido bronzo della Palmisano nella 20 km di marcia ai Mondiali di Londra. Complimenti Antonella».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione